Un bicchiere di vino al giorno fa bene alla salute e riduce il rischio di finire in ospedale

Print Friendly, PDF & Email

Bere con moderazione non è di certo un vizio né tanto meno una cattiva idea, ma anzi potrebbe fare bene alla nostra salute. Sembra proprio che bere con moderazione possa essere positivo per il nostro organismo, perché riduce il rischio di essere ricoverati in ospedale rispetto a quelli che sono ovviamente dei grandi bevitori, ma anche rispetto agli astemi. E’ questo sostanzialmente quanto è stato dimostrato da un team di ricerca italiano che è composto da studiosi IRCCS NEUROMED di Pozzilli (Isernia) e del Dipartimento di Nutrizione presso la prestigiosa Scuola di Salute Pubblica “TH Chan” dell’Università di Harvard. Si tratta di una ricerca piuttosto interessante, che ha fatto parte di un progetto chiamato Moli-sani che è stato avviato nel 2005 e che ha avuto soltanto un obiettivo, ovvero quello di far emergere delle associazioni statistiche tra fattori ambientali e genetici, così come patologia che si trovano alla stregua del cancro e delle malattie cardiovascolari nei cittadini del Molise.

Nello specifico sembra che gli scienziati coordinati dalla dottoressa Simona Costanzo, una ricercatrice che lavora presso il laboratorio di epidemiologia molecolare e nutrizionale dell’Istituto di Pozzilli, pare che abbiano sostenuto come effettivamente bere responsabilmente, possa essere benefico per il nostro organismo e questo risultato è stato ottenuto su dati raccolti su un campione composto da circa 20.000 persone. Questi erano tutti i partecipanti al progetto Moli- Sani con età è uguale o superiore ai 35 anni, liberi da alcun tipo di diagnosi di cancro o altro patologie cardiovascolari.

Sono stati quindi suddivisi in diversi gruppi sulla base dell’assunzione di alcol dichiarata e oltre agli assegni c’era chi assumeva circa 48 g di alcol al giorno e quindi erano suddivisi tutti in varie categorie. Vi erano i bevitori occasionali, i consumatori abituali nelle dosi raccomandate. Come abbiamo visto, i risultati sono stati piuttosto sorprendenti visto che si è osservato come un consumo elevato di alcol, si accompagna ad una probabilità più alta di ricoveri in ospedale, soprattutto per eventi tumorali e patologie alcol-correlate e questo confermerebbe un grave danno per la salute, che viene proprio dal bere in eccesso, mentre chi beve con moderazione presente un rischio minore di ricovero per tutte le cause e anche per le malattie cardiovascolari rispetto agli assegni e agli ex bevitori. E’ questo quanto dichiarato dalla prima autrice del Lavoro ovvero Simona Costanzo.

 “Non stiamo assolutamente dicendo che un astemio dovrebbe iniziare a bere per proteggere la sua salute. Questa ricerca tuttavia ribadisce che non ci sono le basi scientifiche per demonizzare l’alcol in toto. Come componente della dieta mediterranea, fatta anche di uno stile di vita sociale, l’alcol in moderazione, ancora una volta, non si rivela essere un fattore negativo”, avverte Giovanni de Gaetano, presidente dell’Irccs Neuromed. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.