Usa, oggi prima esecuzione con Fentanyl in Nebraska

Per La prima volta nella giornata di oggi negli USA e più nello specifico in Nebraska, sarà eseguita una condanna a morte con l‘oppioide fentanyl, dopo che il tribunale federale avesse respinto il ricorso dell’ azienda farmaceutica tedesca che lo produce. Stando a Quanto riferito da Il Guardian i giudici hanno dato così via libera nella giornata di ieri a giustiziare Carey Dean Moore, spiegando che si tratta soltanto della volontà del Popolo. Così la Corte d’Appello federale del Nebraska pare abbia dato il via libera alla prima esecuzione negli USA con l’uso della oppioide fentanyl. I giudici hanno così concluso che la società non subirà alcun tipo di danno e che bloccare il boia, non farebbe altro che andare contro la volontà del Popolo, dopo che circa il 61% degli elettori, ha votato due anni fa per poter reintrodurre la pena capitale, dopo che questa era stata abolita.

La condanna a morte è prevista proprio per la giornata di oggi martedì 14 Agosto e riguarda Carey Dean Moore, di 60 anni di cui 38 in galera per aver ucciso nelle 1979 due tassisti a Roma a Omaha. Il detenuto pare che recentemente avesse detto ai familiari e agli amici di essere pronto a morire e che l’esecuzione non doveva essere fermata in alcun modo. Riguardo l’uso del Fentanyl il Nebraska, sembra che abbia incluso questo oppioide e farmaco Sintetico nei cocktail di farmaci che si intende utilizzare per la esecuzione capitale.

Al detenuto sarà somministrato un mix di fentanyl e Valium che andrà a bloccare la respirazione. Pare che contro questa esecuzione fosse intervenuta la casa farmaceutica ovvero la ditta fresenius kabi, secondo la quale i contratti con i distributori vietavano proprio le vendite per questo scopo e accusano il Nebraska di aver ottenuto illegalmente due farmaci inclusi nel cocktail letale, ovvero il potassio di cloruro che dovrà fermare il cuore ed un rilassante muscolare.

La Fresenius Kabi, pare non abbia preso posizione al riguardo della pena capitale, ma sostiene che ci sarebbe un grave rischio ovvero che la società potrebbe subire un grave danno riguardo la sua reputazione perché Nebraska non ha conservato in modo corretto i farmaci e questo potrebbe portare ad una morte dolorosa per il condannato. Ad ogni modo il direttore del sistema Penitenziario vero Scott Frakes, ha fatto sapere di Rifiutarsi categoricamente di svelare dove siano stati acquistati i farmaci, sia il fentanyl che le altre sostanze.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.