Albano e Romina sul palco per cantare Felicità, con standing ovation dei 4.200 ospiti

Felicità, per Romina, è stato duettare con Al Bano. Il più bel regalo che potesse aspettarsi per il suo decimo compleanno, festeggiato il 31 ottobre. Sì, dieci anni, avete capito bene. Stavolta non parliamo di Romina Power, da poco tornata a esibirsi con l’ex marito, ma di una bimba prodigio che qualche giorno fa è andata in scena con loro. Con una voce incredibilmente potente se paragonata alla tenera età e un vestitino nero da bambina, di quelle che non vogliono imitare gli adulti, con un visino innocente senza trucco e i capelli raccolti indietro.

Il 26 ottobre, all’Ocean Casino-Resort di Atlantic City (Stati Uniti), Al Bano ha infatti annunciato: «Stasera canterò con tre Romine!». L’ex moglie. La figlia, Romina Carrisi, ormai presenza fissa nei concerti dei genitori come abbiamo raccontato un mese fa. E la piccola Romina Perri, che per la comunità italo-americana della Grande Mela è già una star. La piccola aveva cantato l’inno americano e quello d’Italia davanti a un milione di persone sulla 5th Avenue di New York per la Columbus Day Parade 2018. E dopo il suo successo al gala della National Italian American Foundation, in aprile, il quotidiano America Oggi le aveva dedicato una prima pagina. Così, la giovane cantante, che si esibisce nei teatri due volte al mese, era stata ingaggiata dal casinò più alla moda del momento per aprire lo spettacolo di Al Bano e Romina Power.

Qui ha intrattenuto il pubblico per venti minuti intonando Mamma (di Beniamino Gigli), Calabrisella e That’s Amore (di Dean Martin). Ma in chiusura di serata, Al Bano l’ha invitata di nuovo sul palco per cantare Felicità, con standing ovation dei 4.200 ospiti. Un successo bissato la sera dopo al Toyota Oakdale Theatre di Wallingford (Connecticut). «Al Bano l’aveva sentita alle prove, ma la chiamata sul palco è stata una sorpresa», spiega il papà, Luigi Perri. Ma chi è, dunque, quest’ugola d’oro che ha avuto onore e onere di esibirsi al fianco del grande Al Bano? La famiglia vive a Sparta, nel New Jersey. Perri era emigrato da Acri (Cosenza) nel 1980. In America ha sposato Margherita, una signora polacca, e insieme, a forza di sacrifici, hanno creato il marchio di mobili Bella Cucina.

Dei sei figli della coppia, Romina, che frequenta le elementari, è la più piccola. «Quando mia moglie era in dolce attesa abbiamo incontrato Romina Power all’hotel Cavalieri Hilton di Roma, dove eravamo in vacanza. Lei era seduta accanto a noi e sentendoci parlare in inglese ha iniziato a conversare. Scherzando, ci ha suggerito di chiamare la bambina Romina». Un nome, un destino? La baby star è autodidatta. «Ha iniziato nel coro dell’asilo a 4 anni e già a sei anni a scuola la facevano esibire da sola. Poi sono iniziati i talent show. Noi le abbiamo fatto studiare il pianoforte. Solo adesso prende le lezioni di canto per prepararsi all’audizione di America’s Got Talent, a metà dicembre, dove vorremmo che cantasse la sua versione di Felicità da ballare».

Negli ultimi due anni, Romina ha cantato per l’International Talent Show cinese, al Festival di Dean Martin in Ohio, al Red Bull Stadium di New York prima della partita della Juventus e a una serata organizzata da Andrea Bocelli. Il “tour europeo” – in Polonia, Sardegna, Sicilia, Matera e ad Acri – nell’estate 2019, è stato un successo. «Al paese sono venute in 40.000 persone a sentirla, il doppio dei residenti… Per fortuna io e mia moglie possiamo starle accanto in questa avventura che la rende felice, non la lasciamo mai sola. La mamma l’accompagna ovunque e Romina non può aprire nemmeno la sua pagina Facebook se la madre non è presente», aggiunge. La ragazzina conosce tutti i brani di Al Bano e Romina e canta in italiano, in inglese e in polacco.

Ha già inciso un cd, Quello che non basta mai, con l’omonimo brano scritto per lei da Marco Ricciotti, ex pianista di Bocelli, più dodici cover. E a cavallo tra Natale e l’Epifania usciranno due suoi singoli. «Al Bano e Romina, che ora sono in Polonia, l’avrebbero portata in tour con loro, ma non voglio farle perdere nemmeno un giorno di scuola. La musica è importante, ma l’istruzione viene prima», dice il papà. Visti gli ultimi exploit americani, però, non saremmo sorpresi di vederla di nuovo insieme ad Al Bano sul palco dell’Ariston.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *