Amadeus in televisione è campione di record

Pubblicato il: 1 Dicembre 2019 alle 8:38

Lui ha fatto bingo assegnandosi la conduzione del festival della musica italiana Sanremo 2010. Ma sul campo da calcio fa il tifo per il figlio che difende la porta dai tiri degli avversari. Amadeus e sua moglie Giovanna Civitillo sostengono il loro baby campione José Alberto, impegnato come portiere nelle giovanili della Roma. «Quando posso non mi perdo mai le sue partite e dagli spalti partecipo, ma non proferisco parola. Dentro però ho un’esplosione di emozioni», confessa a Nuovo il conduttore dei Soliti ignoti – Il ritorno, il quiz di Raiuno.

Quando non è in tivù, “Ama” – così lo chiamano in famiglia-ricarica le pile con i suoi cari. Oltre a presentare il gioco a premi, lo showman è impegnato a selezionare i big e gli ospiti internazionali in vista del settantesimo Festival di Sanremo, di cui sarà presentatore e direttore artistico.

Per Amadeus è un ritorno alla musica dal momento che, negli anni Novanta, ha condotto per cinque stagioni il celebre Festivalbar: in una edizione con lui c’era pure Fiorello, che vedremo anche sul palco del teatro Ariston.

I due sono molto amici. Non a caso, il mattatore ha fatto anche da testimone di nozze ad Amadeus per il suo primo matrimonio con Giovanna celebrato nel 2009 con rito civile. Insomma, sul lavoro “Ama” vive un periodo d’oro, come pure in famiglia. Con la moglie, ex showgirl conosciuta al programma L’eredità nel 2002, quest’estate ha festeggiato il decimo anniversario, celebrando di nuovo l’unione ma stavolta in chiesa. In più, la figlia Alice Sebastiani – avuta in prime nozze – si è laureata in Fashion Business, riempiendolo di orgoglio.

Il rapporto con José Alberto, infine, è al top grazie anche alla passione comune per il calcio, sport al quale il ragazzino deve il nome. «Gli abbiamo dato questo nome in onore di José Mourinho, allora allenatore dell’Inter, la mia squadra», dice Amadeus a Nuovo. E il conduttore spera che il piccolo, sul campo come nella vita, mostri di avere grinta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *