Antonella Clerici: “Se non mi apprezzano vado via”

Un bacio per scacciare le delusioni. Antonella Clerici si rilassa al mare con il fidanzato Vittorio Garrone, leccandosi le ferite dopo la presentazione dei palinsesti autunnali della Rai, dove si è notata la sua assenza. «Non avevo nulla da presentare», ha detto lo storico volto de La prova del cuoco. La conferma di Portobello e di Sanremo young non c’è stata.

«Una volta avrei creato magari una polemica, ora sono attendista», ha commentato lei, forse cercando di nascondere la sua grande amarezza. «Questo non significa però che non lavorerò. Ho un contratto, sono una professionista eclettica, in grado di spaziare dal calcio alla cucina, dall’intrattenimento ai programmi di attualità.

E in Rai si sa che il pubblico mi ama e mi apprezza», ha spiegato “Anto”, forse puntando sul fatto che è comunque legata all’azienda di viale Mazzini da un contratto di esclusiva fino al 2020: un milione e 250 mila euro per stare ferma.

La Clerici non è l’unica big fuori dalla prossima stagione tivù. Nessun programma, almeno sino a fine autunno, anche per Paola Perego, Adriana Volpe, Cristina Parodi e Benedetta Rinaldi. Ma per Antonella si tratta della prima volta.

E, se si esclude uno speciale dedicato a Telethon previsto nel periodo natalizio, gli spettatori non la rivedranno prima del nuovo anno, ammesso che vada in porto qualche progetto ancora top secret. «Qui in campagna sto costruendo una casa su un albero dove metterò una grande cucina: adorerei fare da lassù un nuovo programma».

A una condizione, però. «Devo sentirmi amata», ha detto. «E questo vale per tutto. Affetti come lavoro. Se non mi sento amata, vado altrove, ricomincio da capo, non mi accontento», ha sottolineato.
Per questo c’è già chi dice che nel futuro della conduttrice potrebbe esserci – a questo punto – anche un clamoroso passaggio a Mediaset, che la corteggia da tempo. E non è un mistero che a lei piacerebbe sedersi dietro al bancone di Striscia la notizia. «Lì mi divertirei come una pazza». A buon inteditor…

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.