Bonus Bebè 2019 news, cos’è e a chi spetta? Requisiti e aumento importo

Con specifico decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato in Gazzetta Ufficiale, poi con il  numero 83 del 10 aprile 2015, è stato introdotto il bonus bebè per i nuovi nati e adottati. A spiegare poi le modalità di presentazione della domanda, è stata la successiva circolare INPS numero 93. Procediamo con ordine spiegando che cosa è il bonus bebè, come presentare la domanda e quali sono i requisiti per poter accedere a questo beneficio.

Bonus Bebè 2019, cos’è?

Il bonus bebè, chiamato anche assegno di natalità altro non è che un contributo economico erogata dallo Stato per mezzo dell’INPS, come un aiuto alle famiglie che presentano un reddito molto basso. Questo verrà percepito infatti soltanto da famiglie che rientrano in determinati limiti di reddito, le quali possono quindi presentare la richiesta per poter accedere a questo beneficio che è riservato alle neo mamme, mamme adottive o affidatarie per ogni bebè nato o per ogni minore adottato o in affido, dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019.

L’importo dell’assegno di natalità per il primo figlio risulta pari a €80 per chi ha un reddito fino a €25000, ovvero €970 l’anno per ogni figlio nuovo nato o adottato e €160 a pari a €1920 l’anno, per i redditi sotto i €7000. Inoltre, l’importo dell’assegno natalità riguardante il secondo figlio risulta essere pari a €96,00 per le famiglie con redditi fino a €25.000 e €192,00 per quelle fino a 7. 000 euro.

Durata e importo

Per quanto riguarda invece la durata, sembra che questo bonus bebè 2019 duri un anno a partire quindi dalla data di nascita del bambino o di entrata del minore in famiglia, nel caso questo sia stato preso in affidamento oppure adottato. Come abbiamo già visto, il bonus bebè non è di certo una novità, ma è stato riconfermato all’interno della nuova legge di bilancio 2019 per tutto l’anno corrente. Il bonus bebè è stato riconfermato alle stesse condizioni e con la stessa durata ed anche con una novità relativa all’importo. Non sembra esserci alcuna variazione per i limiti di reddito Isee 2019 per poter beneficiare del bonus.

Ricapitolando quindi, spettano:
80 euro al mese, alle famiglie che hanno o che avranno in corso d’anno figli nuovi nati, adottati o in affido purché il loro reddito sia fino a €25000
– 96 euro alle famiglie che hanno o che avranno in corso d’anno il secondo figlio nuovo nato, adottato o in affido minore che sia fino a €25000
– 160 euro al mese alle famiglie che hanno che avranno in corso d’anno nuovi figli nati, adottati o in affido purché il loro sia fino a €7000
– 192 euro al mese alle famiglie che hanno avranno in corso d’anno un secondo figlio nuovo nato, adottato o in affitto purchè il reddito sia fino a 7mila euro.

Bonus bebè, nuova domanda 2019 o rinnovo richiesta 2018: obbligo presentazione Isee

Attenzione perché, come precisato nel messaggio Inps n. 4569 del 6 dicembre, la scadenza del 31 dicembre per la presentazione della nuova Dichiarazione Sostitutiva non vale solo per chi deve fare domanda del bonus bebè 2019 ma anche per coloro che stanno percependo il sussidio per una nascita nel 2019. Con l’Isee aggiornato quindi questi ultimi devono confermare la “permanenza dei requisiti di legge e, di conseguenza, per garantire la puntuale erogazione delle mensilità di assegno loro spettanti per l’anno in arrivo”.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.