Carta RdC 2019, beneficiari e requisiti: cos’è e come funziona

Da settimane ormai si parla tanto di carta RdC 2019, anche se al momento non sembra esserci poi così tanta chiarezza al riguardo. Vediamo, grazie a quanto previsto dal decreto reddito di cittadinanza e quota 100, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 17 gennaio 2019 pubblicato in Gazzetta il 28 gennaio e come funziona la carta rdc, ovvero la carta reddito di cittadinanza. Sembra che quest’ultima sarà disponibile a partire dal mese di aprile 2019 e potrà essere percepita dai cittadini che risulteranno essere in possesso di determinati requisiti e nel caso quindi la loro domanda venga accettata dall’INPS. Procediamo con ordine.

Carta RdC 2019, cos’è?

Questa nuova carta non è che una modalità di pagamento che il governo Conte ha scelto per potere pagare intanto i €780,00 del reddito di cittadinanza, riparametrati al numero di componenti il nucleo, che spettano ai cittadini beneficiari del RdC. In base a quello che è il testo decreto reddito di cittadinanza, a partire dal prossimo mese di aprile, questo strumento operativo sarà attivo in Italia e si pone come un aiuto economico contro la povertà, chiamato proprio reddito di cittadinanza che andrà a sostituire il reddito di inclusione. I beneficiari della carta Rei potranno comunque scegliere se passare o meno al reddito di cittadinanza.

Carta Rdc 2019, come funziona?

Coloro che presenteranno domanda online, sul sito ufficiale reddito di cittadinanza e che ottengono quindi il riconoscimento del diritto da parte dell’INPS, si vedranno recapitare a casa l’invito per poter andare a ritirare direttamente la carta, presso l’ufficio postale con già caricata la somma spettante. Questa potrebbe essere utilizzata per poter pagare le spese alimentari, le bollette e  sono vietate assolutamente qualsiasi tipo di spesa riguardanti il gioco d’azzardo, pena la revoca del sussidio. Si potrà anche effettuare un prelievo di importo massimo €100 al mese per i single e €210 per le famiglie più numerose. L’intero contributo presente sulla carta dovrà essere speso nel mese corrente, altrimenti la carta si azzera e si perdono i soldi non spesi, visto che non è possibile mettere da parte un tipo di somma.

Requisiti

I requisiti per poter richiedere la carta reddito di cittadinanza 2019 sono i seguenti ovvero:
– essere in possesso di cittadinanza italiana o di paesi dell’Unione Europea, un familiare con diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente e straniero, con permesso di soggiorno di lungo periodo
– avere la residenza in Italia in via continuativa da almeno 10 anni al momento della presentazione della domanda
– avere un limite patrimoniale ai fini ISEE inferiore a €30000
– avere un ISEE inferiore a €9360
– avere un limite valore mobiliare ai fini ISEE che sia inferiore a €6000 più 2000 per ogni familiare dopo il primo, fino ad un massimo di €10000, incrementate di €1000 per ogni figlio dopo il secondo e di €5000 per ogni componente disabile
– reddito familiare e in questo caso se si è da soli il limite massimo è di €6000, mentre per la pensione di cittadinanza è pari a €7560 e hanno 9.630 euro per il nucleo familiare che abita in una casa in affitto, come da DSU ai fini ISEE.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *