Colesterolo alto, lo riduci con i menu che ripuliscono le arterie

L’ aumento dei livelli di grassi e colesterolo nell’organismo è comune nella stagione fredda a causa della diminuzione della temperatura e delle ore di luce, che può spingere a scegliere alimenti più grassi e/o calorici e, soprattutto, a ridurre l’esercizio fisico, che invece è fondamentale per mantenere attivo il metabolismo e assicurare il benessere di vasi sanguigni, cuore e cervello. In questo periodo dell’anno è quindi bene scegliere cibi più sani, praticare attività fi sica moderata e costante (basta mezz’ora di camminata a passo sostenuto ogni giorno) e impostare una dieta anticolesterolo, utile anche per mantenere il peso forma. un “amico-nemico” tutto da scoprire Il colesterolo è una sostanza simile ai grassi. Il corpo lo usa per sintetizzare ormoni, formare le membrane cellulari e la bile ecc. Viene prodotto soprattutto dal fegato ed è presente nei cibi di origine animale (soprattutto carni rosse e formaggio, ed è abbondante anche in uova e crostacei anche se l’organismo da questi alimenti ne assimila poco) e in alcuni di origine vegetale (olio di palma e di cocco). Ne esistono di due tipi. • L’HDL (trasportato da lipoproteine ad alta densità HDL) è detto “buono”, perché le lipoproteine rimuovono quello in eccesso dalle arterie e lo trasportano fi no al fegato, dove viene eliminato.

• L’LDL (trasportato dalle lipoproteine a bassa densità LDL) può essere dannoso per la salute, in particolare per il cuore, perché le sue lipoproteine lo portano dal fegato ai vasi sanguigni dove si fissa, ostruendoli. Perché l’LDL aumenta Il consumo di cibi ricchi di grassi saturi di origine animale e/o vegetale, di grassi idrogenati e trans (soprattutto in prodotti da forno industriali e fast food), di zuccheri semplici e cereali raffinati (privati della fibra) può provocare l’aumento dell’LDL. La carenza di antiossidanti e fibre è un’altra causa, così come sovrappeso, familiarità, stress, fumo, alcolici, cortisone e contraccettivi orali.

1. Aumenta il consumo di pesce azzurro e frutta oleosa: sono ottime fonti di acidi grassi essenziali Omega3, in grado di influire positivamente sui livelli di colesterolo.

2. Metti nel piatto i cibi che fanno salire quello buono HDL: si tratta di aglio, arancia, cioccolato fondente al 70% come minimo, cipolla, olio di oliva, mela, pompelmo, soia.

3. Mangia più legumi e frutta: apportano importanti quantità di fibre solubili. Queste, nell’intestino, formano con l’acqua una massa gelatinosa che riduce l’assorbimento del colesterolo ingerito attraverso il cibo consumato nello stesso pasto. Tali fibre sono presenti anche nelle verdure, ma in quantità minori, e in alcuni cereali (orzo e avena).

4. Evita gli alimenti a elevato Indice Glicemico (IG): si tratta di pane, pasta e riso bianchi, bibite zuccherate, patate lessate e consumate calde, prodotti da forno realizzati con farine bianche e sciroppo di mais, grano o glucosio. Questi cibi incrementano infatti la produzione di colesterolo, oltre a favorire il sovrappeso e il diabete.

5. Fai esercizio fisico tutti i giorni: in questo modo brucerai più calorie e ridurrai gli accumuli di grassi e colesterolo.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.