Esenzione bollo auto 2019 per disabili e Sindrome di Down: come farla riconoscere

Bollo auto ed esenzione disabili. Si tratta di un’agevolazione che spetta nello specifico a determinate categorie di disabili ed è un beneficio che si allarga anche ad altre agevolazioni nel settore auto, come l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro o altri vantaggi fiscali nell’acquisto di un veicolo. Spetta l’esenzione del bollo auto anche alle persone che sono affette dalla sindrome di Down. La legge più volte è intervenuta nello stabilire quelli che sono i documenti che occorrono per ottenere il riconoscimento. Vediamo qui di seguito le informazioni utili a tal riguardo.

Esenzione bollo auto 2019 e sindrome di Down: le norme

Riguardo l’applicazione dell’esenzione del bollo auto per le categorie di persone che sono affette da sindrome di Down, bisogna guardare le leggi di riferimento. La legge n. 388/2000 stabilisce il requisito per poter ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo che corrisponde alla titolarità dell’indennità di accompagnamento ed alla corresponsione con il profilo descritto dalla legge 104/92 art.3 comma 3 che prevede l’handicap in situazioni molto gravi. La legge n.289/2002 ha ufficializzato poi altre specifiche per le persone che sono affette dalla sindrome di Down.

“In considerazione del carattere specifico della disabilità intellettiva soltanto in parte stabile, definita ed evidente ed in particolare al fine di contribuire a prevenire la grave riduzione di autonomia di tali soggetti nella gestione delle necessità della vita quotidiana e i danni conseguenti, le persone con sindrome di Down, su richiesta corredata da presentazione del cariotipo, sono dichiarate dalle componenti commissioni insediate presso le aziende sanitarie locali o dal proprio medico di base, in situazioni di gravità ai sensi della legge 104, art.3 comma 3. Sono inoltre esentate da ulteriori successive visite e controlli”.

Bollo auto e esenzione per Sindrome di Down: tutti i documenti da presentare

Per potersi vedere se è riconosciuta l’esenzione dal pagamento del bollo la persona che affetta dalla sindrome di Down deve presentare il verbale legge 104 che attesti proprio la gravità dell’handicap, oltre la dicitura che certifica il possesso dei requisiti tra quelli dell’articolo 4 DL 9 febbraio 2012, n.5 che pare abbia diritto alle agevolazioni fiscali riservate alle persone disabili. Inoltre va ricordato che l’esenzione del bollo spetta soltanto a quei veicoli che hanno una cilindrata non superiore a 2000 CC o 2008 CC. Nel primo caso se alimentati a benzina ed in ultimo con diesel. Va anche detto che l’esenzione può essere richiesta dal familiare della persona affetta dalla sindrome di Down che l’ha fiscalmente a carico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *