Eva Henger duro attacco: “Il fidanzato di mia figlia ha problemi mentali”

Non parla con sua figlia da settimane. Èva Henger è molto preoccupata per la tormentata storia tra Mercedesz e il compagno, il modello e personal trainer Lucas Peracchi. «Vorrei che lei si svegliasse e che non si facesse trattare così. Ha bisogno di spazio per sé, deve ritrovarsi», spiega l’attrice a Nuovo. E aggiunge: «Lucas è un manipolatore e mia figlia è succube. Lui non la ama perché l’ha allontanata dalla famiglia, privandola dell’amore materno».

«Lei ha subito un torto gravissimo»

Che cosa è successo?

«Due mesi fa una cosa gravissima: mia figlia ha subito un torto che nessuna donna dovrebbe subire. Non voglio aggiungere altro: ho chiesto spiegazioni a Lucas e lui ha scaricato la colpa su Mercedesz. Quando però ho scoperto che mentiva, l’ho rimproverato dicendogli che forse i suoi genitori hanno ragione quando dicono che deve crescere».

E lui come ha reagito?

«Ha cominciato a insultarmi sui social senza fare direttamente il mio nome ma con chiari riferimenti. Mercedesz piangeva e mi diceva: «Mamma, per favore non rispondere perché questo è matto e poi se la prende con me». Non è normale vivere così, lui offende lei e tutta la sua famiglia e mia figlia trema. Questa è pura violenza psicologica».

È vero che Lucas aveva tradito Mercedesz?

«Magari l’avesse solo tradita o le avesse messo solo le mani addosso come fa spesso. Preferisco non parlarne, è un argomento troppo delicato. Sono stufa di vedere mia figlia così cambiata, è come se fosse lobotomizzata. Capisco l’amore e capisco anche una dipendenza sessuale da una persona. Però per me nessuno dovrebbe permettere a qualcun altro di privarlo della sua dignità».

Si vociferava che Mercedesz fosse in dolce attesa e che lui non volesse il bimbo. «No comment».

Qual è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ti ha spinto a parlare del problema pubblicamente?

«L’ultimo video pubblicato su Instagram, dove Lucas fa chiaramente finta di essersi dimenticato di allacciare la cintura di sicurezza ed esclama: «P.. .a Èva!». A farmi male non è stato tanto l’insulto, quanto il fatto che a fare il video fosse mia figlia e che gli abbia permesso di pubblicarlo senza tagliare quella parte».

Che vorresti dire a Lucas?

«Che deve curarsi! E lui il primo ad ammettere di avere problemi mentali… Il loro è un rapporto malato, che non ha nulla a che vedere con quello idilliaco che mostrano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *