Francesco Sarcina e Clizia Incorvaia, colpo di scena: spunta l’amante

Colpo di scena sul caso di Francesco Sartina e Clizia Incorvaia. A gettare benzina sul fuoco della crisi tra il leader de Le Vibrazioni e la showgirl è Barbara Cocca. La modella racconta in esclusiva a Nuovo di come lui l’abbia corteggiata – prima sul web, poi di persona – mentre era ancora sposato. Dichiarazioni, le sue, che confermerebbero le recenti accuse dell’ex moglie di Sartina. Lui sostiene che a far finire il matrimonio sia stato il flirt della Incorvaia con l’amico e testimone di nozze Riccardo Scamarcio, lei punta il dito contro il cantante accusandolo di averla tradita con ragazze di tutta Italia.

A questo punto interviene la Cocca: «Dopo l’intervista della Incorvaia in Tv le ho scritto un messaggio sui social, lei ha voluto il mio numero e ci siamo parlate», spiega la giovane romana, avvicinata da Sartina con la stessa modalità raccontata dall’ex moglie dell’artista nel salotto televisivo di Barbara d’Urso. Ma sulla vicenda il cantante taglia corto: «Se volete un’intervista, contattate il mio ufficio stampa. Però io parlo solo della mia carriera musicale: lasciamo le chiacchiere ai chiacchieroni».

Ecco la testimonianza di Barbara Cocca.

Dove e come hai conosciuto Francesco Sartina?

«Mi ha contattata lui sui social network intorno a febbraio dell’anno scorso».

Hai subito creduto che fosse realmente lui?

«All’inizio no, poteva essere chiunque: aveva sessantamila seguaci, che erano pochi per essere un artista del suo calibro. Insomma, non mi fidavo».

Come hai avuto il suo numero di telefono?

«Dopo avermi chiesto di inviargli una foto hot mi ha scritto: “Se lo fai, ti do il mio numero”. Io mi sono rifiutata, ma l’ho stuzzicato in modo che mi dimostrasse di essere davvero chi diceva di essere».

Una volta che vi siete scambiati i numeri di telefono che cosa è successo?

«Abbiamo cominciato a scriverci messaggi sul cellulare: mi ha chiesto di cancellare la chat sul social e poi, di nuovo, di inviargli una foto hot. Io continuavo a essere dubbiosa, ma lui diceva: “È per gioco”».

E tu come hai reagito?

«Mi sembrava tutto un po’ assurdo, ma ero curiosa. Quindi, alla fine, gliel’ho mandata e lui ha apprezzato. È cominciato così uno scambio di messaggio e di complimenti».

Vi siete mai incontrati?

«Sì, quando mi ha avvisata che sarebbe dovuto venire a

Roma: ci siamo incontrati in piazza Trilussa, c’erano anche il suo batterista e il manager».

Che cosa è successo?

«Appena mi ha visto mi ha detto che gli sembrava di conoscermi da una vita. Irreffetti ho avuto la stessa sensazione anch’io e non lo nego. Forse eravamo presi a vicenda. Siamo andati a bere un drink e lui era molto gentile con me».

Vi siete baciati subito?

«Lui mi accarezzava il braccio, diceva che sentiva di volermi bene e si è aperto subito. Poi ci siamo baciati».

Sapevi che era sposato?

«Assolutamente no! Su internet non aveva foto con donne. E poi lui mi ha fatto intendere di avere solo ex. Sembrava preso e siamo andati a letto insieme. Il giorno dopo mi ha lasciato un paio di occhiali da sole e mi ha detto: “Tanto a Roma torno presto”. Io ero un po’ sulle mie, perché mi raccontava di avere problemi con le sue ex e i rispettivi figli».

Vi siete rivisti?

«Sì, qualche settimana dopo: mi ha chiamata dicendo che era a Roma e mi ha invitato al suo concerto. Sono andata, gli ho ridato gli occhiali da sole e ho dormito con lui in hotel anche quella sera. L’ho fatto perché Francesco continuava a sostenere di tenere a me. Lo ha detto pure davanti ad altre persone, al suo manager e un’amica di Roma».

Perché è finita?

«A un certo punto ho raccontato questa cosa, che avevo tenuto segreta fino a quel momento, alle persone fidate: tutti quanti mi facevano notare

che Francesco non risultava affatto divorziato. Allora ho cominciato a fare qualche valutazione e gli ho scritto che dovevamo troncare: continuare a far l’amore significava andare incontro a guai seri».

In definitiva gli hai chiesto di rimanere amici. E poi che cosa è successo?

«Da quando ho detto basta al sesso, io e lui ci siamo sentiti attraverso i messaggini e visti qualche volta. Pensavo che fossimo amici, gli sono sempre stata vicino quando aveva problemi. Poi l’ho incontrato dopo diversi giorni che non si faceva più sentire e lui ha avuto una reazione esagerata nei miei confronti. La mia unica colpa? Avergli chiesto come mai non mi avesse più risposto. In quel momento ho capito che non c’era nemmeno un sentimento di amicizia. Mi sono sentita davvero ferita».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *