Gerry Scotti lascia Caduta Libera: cambiamenti importanti su Canale 5

La stagione televisiva 2018/2019 è stata davvero molto importante per Gerry Scotti che ha ottenuto un grandissimo successo con il programma di Caduta Libera. Adesso per il conduttore però sarebbe giunto il momento di concedersi una pausa dagli studi televisivi, ecco cosa sta succedendo.

Gerry Scotti il successo di Caduta Libera

Nel corso della sua carriera Gerry Scotti si è aggiudicato il soprannome di personaggio pubblico più amato della televisione italiana. Quanto detto viene confermato dal fatto che Scotti ogni pomeriggio tiene compagnia al popolo italiano grazie a programmi come Caduta Libera e non solo.

Durante il 2019, inoltre, abbiamo avuto modo di vedere Gerry Scotti gestire eccellentemente l’arrivo di concorrenti da record come Nicolò Scalfi, il quale ha presenziato negli studi del game show per diverse settimane riuscendo così a conquistare un ingente montepremi che gli avrebbe così permesso al giovane bresciano il quale si sarebbe allontanato dal mondo televisivo per concentrarsi su sé stesso.

Gerry Scotti lascia Caduta Libera

L’inizio di una nuova stagione televisiva ha fatto sì che Gerry Scotti si concedesse una pausa dal lavoro? Come abbiamo annunciato all’inizio del nostro articolo per il conduttore sta per cominciare una nuova fase lavorativa. Per tutti coloro che immaginavano Gerry Scotti pronto a concedersi una vacanza dopo mesi intensi di lavoro, ecco che il conduttore non ha alcuna intensione di fermarsi preferendo una pausa sfruttando così al 100 % il periodo d’oro che la vita le ha offerto.

A breve, infatti, Caduta Libera verrà messo in pausa ma il lavoro di Gerry Scotti continuerà ad oltranza. Il conduttore avrà modo di mettersi in gioco per il nuovo game show dal nome Conto alla rovescia che andrà in onda dal prossimo 18 novembre 2019 sempre su Canale 5.

“Posso smettere quando voglio”

In occasione di una passata intervista rilasciata al quotidiano del Corriere della Sera, Gerry Scotti ha parlato della sua passione e amore per il lavoro che da anni lo vede impegnato nel mondo della televisione: “Mi sono chiesto: che senso ha se un libero professionista che teoricamente non ha vincoli non può smettere come vuole e quando vuole? Mi sono dato questa risposta: per gente come me o Carlo Conti o Paolo Bonolis che hanno fatto del nostro esserci quotidiano il nostro modo di essere, come la credenza in salotto, è faticoso dare uno stop. Certo la vacanza è fondamentale e per me significa ‘sparire’, non avere orari, ozio, noia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *