Gigi Buffon e Ilaria D’Amico in vista il loro matrimonio

C’è profumo di nozze tra Ilaria D’Amico e Gigi Buffon. Un passo, questo, che il portierone si sarebbe ormai deciso a fare: dopo più di quattro anni e mezzo d’amore e un figlio – Leopoldo Mattia, nato nel 2016 – i tempi sono maturi. Soprattutto perché per stare dietro al suo compagno – ex numero uno della Juventus e da luglio del 2018 in Francia, dove gioca nel Paris Saint- Germain – la giornalista romana ha messo in secondo piano la carriera in Tv.

«Ora mi dedico agli affetti», ha detto Pur di non stare troppo lontana dal suo principe, la conduttrice ha scelto di lasciare la conduzione del suo programma di punta di Sky dedicato al campionato di calcio per presentare solo lo spazio di approfondimento sulla Champions League. E ha spiegato perché. Ora le sue domeniche sono riservate all’amore e agli affetti, un volo aereo dopo l’altro. «Dopo tanti anni di weekend impegnati con il lavoro, questa proposta mi ha dato l’opportunità di dedicarmi a tenere insieme tutta la mia famiglia allargata», ha raccontato lei.

Una rinuncia professionale giustificata da una buona causa, che ha fatto centro nel cuore di Gigi. E, secondo indiscrezioni provenienti dalla capitale francese, il portiere sarebbe pronto a farle finalmente la proposta di matrimonio. Del resto, i due innamorati hanno organizzato la loro nuova vita parigina in perfetta simbiosi, confrontandosi su tutto. L’ex capitano azzurro è in procinto di rinnovare l’attuale contratto, in scadenza a giugno 2019, per una seconda stagione.

Con le sue buone prestazioni si è guadagnato la possibilità di un altro anno al sole e la totale fiducia della dirigenza francese. Una conquista importante per il portiere – che a 41 anni appena compiuti dimostra di essere ancora una certezza tra i pali – ma anche una difficile prova da superare per Ilaria. Lui ha preso casa nei pressi dell’Arco di Trionfo e lei lo raggiunge a fine settimana alternati. «Io, Pietro, Leopoldo e i figli di Gigi andiamo a Parigi a trascorrere un weekend lungo e, appena può, lui viene in Italia. Tutto molto vivace, ma bello. La soluzione più semplice sarebbe stata vivere nella capitale francese; ma ci sono i bimbi, i genitori di ciascuno di loro, le sensibilità di tutti da rispettare», ha spiegato lei.

Insomma, la rivoluzione calcistica di Buffon ha reso i ritmi della famiglia allargata più frenetici, ma assai stimolanti. Anche perché il trasferimento in un prestigioso club estero è stato condiviso da tutti in casa. L’obiettivo del campione, si sa, è vincere l’unico trofeo che ancora gli manca in bacheca: quella Champions League che gli è sfuggita più volte nella partita finale. E, se non accadrà quest’anno, Gigi avrà un’ultima occasione nella stagione prossima, per poi tornare in patria e costruirsi una seconda carriera, magari come dirigente o commentatore sportivo. È evidente però che, se fosse chiamato a scegliere, Buffon andrebbe dove lo porta il cuore: a Sky, dove c’è Ilaria.

«Dove vivremo in futuro? Non saprei» Magari a parlare di gol e parate proprio con la compagna, dando vita a una collaborazione professionale e sentimentale. Se invece Buffon decidesse di dedicarsi solo alla famiglia ci sarà da valutare anche il futuro della giornalista: Ilaria continuerà a splendere in Tv o valuterà la possibilità di fare la mamma e la moglie a tempo pieno? Difficile rispondere ora. In ogni caso sarà una decisione presa insieme.

Così come quella relativa alle nozze. L’anello di fidanzamento compare già all’anulare della D’Amico. Adesso non rimane che attendere la proposta ufficiale di Buffon. E chissà che, insieme alla data delle nozze, non arrivi anche l’annuncio di un nuovo bebé: la femminuccia che nessuno dei due ha mai avuto. «Adorerei avere anche una figlia, ma a quel punto vorrei anche che qualcuno inventasse un mio clone robotico», ha detto scherzando la D’Amico, che già immagina il duro lavoro che le porterebbe l’arrivo di un altro erede. Ma non e- sclude nulla, nemmeno questa possibilità. La sua vita è in continuo movimento, con sorprese e colpi di scena improvvisi. «Dove staremo tra qualche anno? Non saprei e non mi interessa», ha ammesso Ilaria. «Da quando io avevo vent’anni, la vita dimostra di sapermi stupire a ogni angolo. Mi piace vivere intensamente ogni giorno e anche lasciarmi guidare dal l’istinto del momento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *