Giulia De Lellis sogna in grande, adesso nozze e un figlio

Un giorno questo dolore ti sarà utile”. Il titolo del libro di Peter Cameron sembra adattarsi perfettamente alla vita di Giulia De Lellis di questi mesi che è passata dalla gioia della storia d’amore con Andrea Damante all’inferno per la scoperta dei tradimenti, alla gestione di una rinascita interiore passata anche da una storia fugace (Irama) e dalla scrittura di un libro terapeutico (“Le corna stanno bene con tutto, ma io stavo meglio senza”), fino al rapporto con Andrea Iannone con il quale oggi si sente finalmente felice.

Una crescita forte che forse avrebbe preferito avvenisse in modo meno traumatico, ma che comunque è avvenuta: «subito dopo il tradimento ero diventata un po’ cinica, fredda, non credevo più in determinati valori che in realtà per me erano e sono tutt’ora fondamentali, ma quella è stata solo una fase. – ha rivelato a “Diva e donna” – Mi sento migliore perché innanzitutto ho riacquistato fiducia nell’essere umano, cosa che prima non mi riusciva più, ma non solo in amore, in generale.

Sono cresciuta, ho placato le mie gelosie. Mi sono resa conto che avere una forte gelosia, quasi un’ossessione, non era un problema che proveniva da me, ma me lo portava chi avevo accanto». E’ stato un periodo difficile ma ora si sente davvero felice: «sì, sono felice, per tutto. Vita privata, lavorativa, crescita, cambiamento. Tutto. E’ stato qualcosa che non ho controllato, mi fido di lui. Io sono sempre serena con lui, anche quando va via per lavoro. Sono felice per lui, so che è appagato.

Quando lui è felice lo sono anche io». Un bel risultato per chi aveva smesso di credere nell’amore, o quasi, e il merito è anche di Iannone che reputa un uomo incredibile e che è altrettanto felice con lei e lo dimostra anche con le parole: «quando io la chiamo Giulia è perché ho sempre desiderato nella mia vita una Giulia. Per questo sono orgoglioso di chiamarla col suo nome. – ha scritto sui social – Lei si sente sminuita, pensa che “amore” sia più importante del suo nome. Invece “Amore” è per tutti, io di natura sono un romantico e dico “amore” perché ho la r moscia (e quindi non lo dico come tutti), e mi sono preso una donna che si chiama proprio Giulia come volevo io, da quando ero piccolo». Un amore grande che però non è espresso altrettanto sui social e per chi lavora come influencer è un fatto anomalo: sui loro profili si vedono raramente insieme, ma questo non indica alcuna crisi, anzi, «lo e lui abbiamo poche foto ma tanti momenti. Io e lui siamo così uguali che a volte quando mi parla mi sembra di ragionare da sola.

La proluda della mia testa, delle mie braccia quando sono stanca e delle mie gambe se non riesco ad arrivare. – ha scritto lei su Instagram in occasione del suo compleanno – Ogni giorno mi fa innamorare di qualcosa: di un dettaglio, di un nuovo neo che scopro sul suo corpo, di un sorriso, di uno sguardo, una smorfia o una mania. Non smettere mai di stupirmi». E pensare che all’inizio lui non le stava molto simpatico. Si sono conosciuti a una cena quando lei era fidanzata con Damante e lui con Belen Rodriguez ed entrambi erano sereni e felici nelle loro storie. Però anche in quel momento è iniziato un gioco di sguardi con lui che aveva memorizzato questa bella ragazza mora di cui tutti parlavano per le esperienze a “Uomini e donne” e nei reality.

All’inizio gli stava antipatico ma quando un anno dopo, entrambi liberi, lui le ha mandato un messaggino lei non ha detto no, lasciando aperta la porta dei sentimenti. E col senno di poi ha fatto bene, al punto che sognano in grande: «ho capito che è la mia persona. Al momento, ci godiamo il presente, ma a volte fantastichiamo sul futuro. Il mio sogno di sempre è diventare mamma», ha detto a “Verissimo” ribadendo la sua volontà di fare le cose serie con lui costruendo una loro famiglia che possa dare tanti nipotini ai loro genitori. «Voglio un figlio da che ho memoria, il mio sogno più grande è sempre stato quello di avere una famiglia. Lo desideravo anche prima, poi naturalmente ho detto “ok, non avrò mai più una famiglia, non esistono questi valori in cui ho sempre creduto”. Ma non è così: mi sbagliavo. Era solo una fase». La fase di oggi pensa in grande, a partire dal matrimonio: «fantastichiamo, ma è ancora presto. Ora mi godo il presente, che è bellissimo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *