Honor View 20, caratteristiche tecniche e recensione con prezzo

Il View 20 è uno smartphone atipico per Honor. L’azienda cinese (ricordiamo che il marchio è di proprietà di Huawei) ha sempre puntato su un pubblico giovane e su dispositivi popolari, con caratteristiche di fascia media e con un prezzo competitivo. Il View 20 è invece un vero top di gamma, con caratteristiche tecniche di prim’ordine e una cura esemplare nel design e nella costruzione.

È chiaro che un prodotto di fascia alta migliora la brand perception da parte gli utenti, e forse è proprio questo il motivo per cui è nato questo smartphone. Un altro motivo potrebbe essere la sperimentazione di caratteristiche originali e molto evolute, che magari solo in seguito approderanno sui top di gamma di Huawei. Il prezzo del View 20 è di 699 euro nella configurazione con 8 GB di Ram e 256 GB. Al momento non ci sono configurazioni meno costose ed è un peccato: lo smartphone vale i soldi che costa ma oggettivamente 256 GB sono inutili a molti utenti.

La novità principale del View 20, unico sul mercato ad averla, è la fotocamera frontale collocata in “buco” sullo schermo, in alto a sinistra. Non c’è il notch quindi, con il risultato che l’area del display è massimizzata. Le cornici sottili permetto un rapporto schermo/telaio molto alto, pari al 91,8%. La scelta del foro sullo schermo per la fotocamera è vincente, perché l’area interessata è minima (il foro ha un diametro di 4,5mm) e dopo un po’ non ci si fa più caso. Quello che si nota invece è la colorazione del telaio. Il View 20 è realizzato in vetro rifinito tramite un processo di nanolitografia che gli dona un effetto cangiante, molto colorato e che sicuramente non passa inosservato.

È una colorazione diversa da quelle viste finora sugli smartphone Honor, l’effetto sembra quasi da “led Rgb”. Oltre alla colorazione Sapphire Blue è disponibile in Midnight Black; ci sarà anche un’edizione speciale firmata Moschino, con grafiche posteriori differenti. Purtroppo il View 20 non è impermeabile e manca la certificazione IP. In compenso è presente il jack standard da 3,5 mm per la cuffia o gli auricolari (assenti nella confezione). Il display è ampio 6,4” e si impugna bene anche con una sola mano, grazie al fattore di forma allungato. È costruito in tecnologia Ips e ha una risoluzione di 2310 x 1080 pixel. I colori sono vivaci e la nitidezza è ottima, così come la luminosità.

Ci sembra che le tinte siano spostate verso una temperatura più fredda del normale. Lo spessore del telefono è di 8,1 mm per 180 g di peso. Non sono valori elevatissimi se si pensa che la batteria è da ben 4.000 mAh. Il processore Kirin 980 è uno dei più veloci in commercio, ed è costruito con l’innovativo processo produttivo a 7 nanometri. Ha due unità Npu (Neural Processing Unit) per l’accelerazione hardware delle operazioni di intelligenza artificiale. C’è un nuovo sistema di raffreddamento a liquido, che permette di mantenere più a lungo frequenze elevate (quella massima è di 2,6 GHz sui due core ad altre prestazioni). Impostando la modalità standard le temperature sviluppate sono molto tranquille; con la modalità Alte Prestazioni si avverte un surriscaldamento del telaio durante i giochi più impegnativi, ma non è eccessivamente fastidioso.

Le prestazioni misurate sono molto buone, allineate ad altri modelli di Huawei con lo stesso processore. Passiamo ora all’altro punto forte del View 20, la fotocamera posteriore, che ha un sensore Cmos Sony IMX586 da 48 Mpixel. Oltre al numero di pixel è importante segnalare la dimensione del sensore, da mezzo pollice, e la dimensione equivalente del pixel, pari a 1,6 micrometri (in una matrice Quad Bayer). L’obiettivo ha un’apertura F/1.8. In un momento in cui tutti i produttori propongono due, tre e persino quattro fotocamere posteriori, la scelta di Honor va decisamente controcorrente.

Si è scelto di implementare un’unica fotocamera ma con un sensore di alta qualità. In aggiunta si trova un sensore Tof 3D (Time of Flight). Tale sensore rilevano forme e profondità della scena, consentendo non solo di creare modelli 3D degli oggetti, ma anche di rilevarne il movimento. Nelle foto normali, in particolare nei ritratti, permette inoltre di sfocare lo sfondo con maggiore precisione. Questo tipo di fotocamera apre la porta a una nuova generazione di giochi con riconoscimento dei movimenti del giocatore. Collegando lo smartphone a un televisore e inquadrando sé stessi con la fotocamera 3D, si avrà il proprio avatar che segue i nostri movimenti (un po’ come il Kinect della Xbox, per capirci). C’è poi la modalità Magic AI, per animare un personaggio 3D sullo schermo con i propri movimenti.

Al di la’ di queste funzioni ludiche, forse utili più che altro a stupire il prossimo, ci preme segnalare la bontà degli scatti ottenuti, che effettivamente sono di ottima qualità. Il sensore restituisce immagini a 48 Mpixel pieni, oppure a 12 Mpixel che hanno il vantaggio di pesare meno pur conservando una qualità paragonabile. Molto apprezzabili i risultati di notte, gli scatti sono luminosi e senza troppo rumore di fondo. La speciale modalità Ultra Clarity impiega poco più di un secondo per catturare una serie di scatti in sequenza e ricostruire un’immagine più chiara e nitida. Un po’ come la modalità notturna sui telefoni Huawei. Anche in questo caso non è necessario un treppiede, basta non muoversi troppo e i risultati effettivamente sono superiori rispetto a una foto standard.

Convincenti anche i selfie con la camera frontale da 25 Mpixel. Tra le altre particolarità, segnaliamo la tripla antenna Wi-Fi 802.11ac per una ricezione ottimale a prescindere da come si impugna il telefono. La porta è una Usb type C 3.1 (ma il cavo in dotazione segue lo standard 2.0), Bluetooth è in versione 5 e il Gps è a frequenza duale L1 + L5. L’interfaccia utente MagicUI non è altro che la Emui degli smartphone Huawei, di diverso c’è solo il nome. La batteria da 4.000 mAh ha fatto miracoli: a meno che non si abiliti la modalità alte prestazioni, l’autonomia è di due giorni pieni con un utilizzo medio del telefono. Anche stressandolo con giochi, molte foto e navigazione Gps si è certi di arrivare a fine giornata.

CARATTERISTICHE Display: 6,4” Ips 1.080 x 2.310 • Chipset: Kirin 980 • Cpu: octa core 2,6 GHz • Gpu: Mali-G76 MP10 • Memoria (Gbyte): 8 • Storage interno (Gbyte): 256 • Slot di espansione: No • Fotocamera post.: 48 Mpixel, F/1.8 + Tof 3D • Fotocamera ant.: 25 Mpixel F/2.0 • Apparato radio: 4G/ Lte • Connettività: Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0, Nfc, Usb type C • Sensori: Accelerometro, giroscopio, prossimità, bussola, fingerprint • Gps integrato: Sì, dual • Radio Fm: No • Batteria (mAh): 4.000 • Dimensioni (mm): 156,9 x 75,4 x 8,1 • Peso (g): 180 • Sistema operativo: Android 9.0 con Magic UI 2.0.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *