Kate Middleton e Meghan, ritorna il sorriso dopo tanto gelo

Volavano sorrisi allegri, gridolini eccitati, gesti cortesi tra Kate Middleton, patronessa di Wimbledon, e Meghan Markle, migliore amica di Serena Williams, che stava dispuntando, poi perdendola, la finale del torneo di tennis più antico del mondo. Mesi e mesi di mugugni e capricci lavati via (alleluja!) con un gesto di spugna che ha rasserenato il cuore della regina.

Alla fine le due duchesse, con Pippa Middleton in supporto di Kate, hanno deciso di mettere a tacere detrattori e nemici e si sono presentate unite e complici al pubblico dell’All England Club. Si tratta di una vittoria per Sua Maestà, che non ama vedere divisioni all’interno della famiglia. C’è da organizzare le agende dei tanti Windsor e certi capricci non sono ammissibili. Ma è una vittoria anche dei funzionari di Buckingham Palace, che stanno lavorando

notte e giorno, senza sosta, per riportare la pace tra le famiglie Cambridge e Sussex. E forse forse ci stanno riuscendo. Un lavoro di cesello, che coinvolge prima di tutto i principi William e Harry, che si sono fatti convincere a giocare insieme un match di polo charity al Billingbear Club di Wokingham, due giorni prima dell’uscita a Wimbledon.

Un giorno speciale per tutti i protagonisti: è stata la prima uscita in pubblico di baby Archie, a soli due mesi, la prima uscita in pubblico di Meghan in versione mamma, con capelli sciolti e camicione largo, e la prima volta che i due principi, le mogli e i loro bimbetti apparivano tutti insieme. Dire che la tensione tra i fratelli sia scemata del tutto è prematuro. Tutti hanno notato, però, il piccolo gesto affettuoso che Harry ha rivolto al fratellone: quella mano sul braccio di William, a fine match, per la foto ricordo, ha riscaldato i cuori di chi vuole che tornino inseparabili. C’è da vedere gli sviluppi, però. Molti pensano che la testa calda di famiglia sia Harry, ma chi lo conosce bene dice che anche William è tosto. Per le due signore il discorso è più articolato.

Al club di polo a Wokingham, complici i piccoli Cambridge, desiderosi di divertirsi come solo i bambini sanno e vogliono fare, tra le due duchesse è scappato qualche reciproco sorriso; il gesto di Louis, 14 mesi e vivacissimo, con il braccio alzato e la lingua monella di fuori, gli occhialioni da sole della mamma calati sugli occhi e un sorriso conquistatore che saluta zia e Archie ha provocato in Kate e Meghan un moto di reciproca simpatia. Questione di secondi. Nella sostanza le due si sono ignorate per tutto il tempo, pur coccolando ognuna i propri bambini a pochi centimetri di distanza l’una dall’altra. Questo era, però, prima dei grandi sorrisi a Wimbledon. Riparatori o risolutivi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *