Lutto nel mondo del calcio, Pierfrancesco aveva 22 anni: “Lasci un grande vuoto”

Lutto nel mondo del calcio: Pierfrancesco Copertino, portiere di 22 anni dell’Avetrana calcio, è stato vittima del terribile sinistro che intorno alle ore 15.15 di ieri (martedì 5 novembre) si è verificato sulla circonvallazione di Francavilla Fontana, nei pressi dell’incrocio con la provinciale per San Marzano (Taranto). Siamo nel brindisino. Il giovane era a bordo di una Citroen C3 in compagnia della fidanzata, quando, per cause da accertare, è entrata in collisione con una Volvo station wagon condotta da un 50enne del posto. Per Copertino non c’è stato nulla da fare, la sua auto si è ribaltata sull’asfalto.

Nell’incidente sono rimasti feriti anche la fidanzata della vittima e il conducente della Volvo, entrambi trasferiti subito in ospedale. Naturalmente sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia locale, vigili del fuoco e ambulanze del 118, ma sin dalla prime ore successive è stato sgomento nel mondo del calcio. Il ragazzo era portiere dell’Avetrana calcio nel campionato di Promozione pugliese, dopo aver difeso anche la porta della juniores dell’Usd Fragagnano.

 

Figlio di un carabiniere, aveva studiato presso l’istituto Nautico Carnaro di Brindisi. Da qualche tempo si era trasferito a Lecce dove lavorava presso il risto-pub Cantiere Hambirreria di Lecce, sulla cui pagina Facebook è stato comunicato l’annullamento di un evento in programma ieri. “Ci sono cose – si legge nel post – che non si possono prevedere in questa vita”.

“Ma che quando accadono, lasciano tutti senza parole. Scusateci per il poco preavviso, ma questo martedì, sentiamo il dovere di restare in silenzio per rispetto a chi doveva esserci dietro quel bancone, ma che da stasera non ci sarà più. Un abbraccio Pier”.

Le famiglie dei due ragazzi iri sono state protette dai familiari e conoscenti che hanno appreso la notizia attraverso il tam tam della messaggistica dei social. È carabiniere in servizio al reparto radiomobile della compagnia di Taranto. Il dolore e il lutto che lo ha colpito ha dato prova ancora una volta la proverbiale solidarietà e fratellanza dell’Arma che ha immediatamente allertato, collegandoli, i comandi delle due province di Taranto e Brindisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *