Marco Carta ribadisce con forza la sua innocenza riguardo all’episodio del furto

Nuovi sviluppi- per il cantante Marco Carta in merito alla vicenda del furto di sei magliette dal valore di 1200 euro alla Rinascente di Milano, che lo ha visto coinvolto insieme alla sua amica cinquantatreenne Fabiana Muscas.

A quanto pare, il pm Nicola Rossato, che si occupa delle indagini, avrebbe acquisito nuovi video dalle telecamere poste all’intemo del rinomato negozio di Corso Vittorio Emanuele e avrebbe raccolto anche delle nuove testimonianze, presentando, tra le altre cose, anche un ricorso in Cassazione per contestare la mancata convalida di arresto del cantante. “Se è vero che la procura di Milano avrebbe impugnato il ricorso contro la mancata convalida del mio arresto? – ha dichiarato il trentaquattrenne sardo durante un’intervista radiofonica rilasciata al programma Un Giorno da Pecora – È uscita questa notizia, ma al momento è un’inesattezza, a noi non è arrivata nessuna notifica, al momento ci risulta inesatta”. “Non sono finito in cella ma a tutti gli effetti, sulla carta, sì”, ha continuato il vincitore di Amici 2008.

“Ora comunque sono più tranquillo, mentre non lo sono stato quando sono arrivate tutte quelle critiche – ha poi aggiunto Carta – Non ho paura del processo, sono tranquillo, sono assolutamente estraneo ai fatti. Non mi ci vedrei proprio in quella veste”. Infine lo stesso Carta ha anche rivelato un ulteriore dettaglio rispetto al furto: “Se ho visto rubare le magliette? Assolutamente no. Se sono da uomo? Non le ho viste, le ho solo intraviste e poi ho saputo che erano da uomo”.

Intanto pare che ci siano delle incongruenze nel suo racconto, perché secondo la testimonianza di un addetto alla vigilanza l’artista sardo sarebbe entrato nel camerino di prova e si sarebbe fatto passare dalla Muscas sia le magliette che la sua borsa, uscendo poco dopo senza la merce in mano. E di fatto è stato rivenuto nella borsa dell’infermiera cagliaritana, oltre alla refurtiva, anche un cacciavite utilizzato per togliere il dispositivo antitaccheggio.

Intanto l’estate di Marco Carta procede con la promozione del suo nuovo progetto discografico “Bagagli leggeri”, che sta facendo coincidere con altri giorni di pausa in giro l’Italia dopo le ormai note vacanze a Mikonos del mese di giugno con il suo fidanzato Sino, che Carta ha coinvolto peraltro anche nel Pride di Matera del 20 luglio.
In quell’occasione il vincitore di Sanremo 2009 è stato l’ospite più atteso e ha animato la piazza gremita di persone eseguendo anche alcuni brani noti del suo repertorio, oltre a pezzi inediti del nuovo cd. Da quando l’ex cantante del talent show di Maria De Filippi ha fatto Corning out è diventato chiaramente un’icona gay.

Sta attraversando un momento difficile? La dichiarazione dell’orientamento sessuale di Marco Carta risale allo scorso novembre negli studi televisivi di Domenica live, il noto contenitore domenicale di Canale 5 condotto da Barbara d’Urso che, soprattutto nella scorsa stagione televisiva, ha dato tanto alla Rete, tanto da essere riconfermata al timone di Pomerìggio Cinque, Grande Fratello Nip, Live Non è la d’Urso e, appunto, Domenica live.

Qualche insider più vicino a Carta sostiene che il sardo stia attraversando un periodo piuttosto delicato, probabilmente anche in seguito all’accaduto, anche se di recente è apparso in un video pubblicato sul suo profilo Instagram nel quale gioca, spensierato e sorridente, insieme alla piccola Cristina, figlia della sua carissima amica Susy Fuccillo, una delle ballerine dell’edizione 2008 di Amici che con lui ha condiviso quell’esperienza televisiva, e alla quale è rimasto molto legato, tanto da essere presente tra gli invitati del matrimonio.

Dopo la bufera mediatica che l’ha travolto nei mesi scorsi, Carta ha ricevuto il sostegno dei suoi fan, che lui invece temeva si scagliassero contro di lui. Marco, intervistato da Manila Gorio per il suo canale web “Esclusivo” ha esposto e ribadito la sua posizione e la sua estraneità ai fatti, dando inoltre anche prova e capacità di autoironia, soprattutto davanti alle battute della conduttrice transessuale sulla t-shirt da lui indossata durante la loro amichevole chiacchierata.

In occasione del Pride di Matera, essendo la Gorio la madrina insieme a Marco Carta dell’evento lucano, tra i due è nata un forte complicità e proprio in virtù di questo, il cantante ha rivelato un particolare esclusivo alla Gorio riguardo a qualcosa di cui non aveva ancora parlato: Carta e la De Filippi si sono sentiti dopo l’accaduto? E che cosa si Sarebbero detti? Marco ha riferito alla Gorio di essere stato rassicurato dal suo pigmalione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *