Meghan Markle, un bel maschietto, il primo afroamericano della dinastia del Windsor

Meghan Markle è stata davvero la mamma più attesa. Una dolce attesa interminabile, quella della duchessa del Sussex, che ci ha fatto sospirare e palpitare.

E alla fine il parto è avvenuto: Baby Sussex, com’è stato ribattezzato il royal baby, è nato intorno alle 5 di mattina dello scorso 6 maggio. L’annuncio sui social, sulla pagina ufficiale dei duchi di Sussex, dove è stata condivisa un’immagine con la scritta “It’s a boy”. Un maschio dunque, il primo con sangue afroamericano nella dinastia dei Windsor, settimo in linea di successione.

Il piccolo è già una baby star. E non potrebbe essere altrimenti, visto che l’ex attrice di Suits ce lo ha fatto letteralmente sospirare. Nel corso della gravidanza Meghan è riuscita a mettere in atto una serie di atteggiamenti che non hanno fatto che alimentare la curiosità e accendere i riflettori su di lei, arrivando persino a oscurare (o quasi) la cognata Kate Middleton.

La gravidanza della Markle è stata, infatti, molto diversa da quelle della moglie di William. Mentre la duchessa di Cambridge ha vissuto la dolce attesa senza troppi clamori, con un look sobrio che accarezzava il pancione senza esaltarlo, Meghan ha puntato tutto sulla sua pancia: look stretch che mettevano in risalto le rotondità prema- man e mano puntualmente posizionata sul ventre. Una coccola al royal baby, certo, ma forse anche un modo per ricordare a tutti di essere incinta. Poi, però, l’inversione di marcia.

Ricordiamo tutti come la duchessa Kate, attraverso i portavoce ufficiali del palazzo reale, tenesse costantemente aggiornati i sudditi e il resto del mondo sulle sue condizioni: ci hanno avvisato nel momento in cui è iniziato il travaglio, quando è entrata in clinica e al momento esatto del parto. Meghan, invece, è letteralmente sparita. Dopo tanto clamore attorno alla sua pancia, la Markle ha deciso di passare le ultime settimane di gestazione nel riserbo più totale: ha interrotto gli impegni agli eventi pubblici da oltre 50 giorni prima della data del presunto parto, rifugiandosi al Frogmore Cottage, dove ha atteso il lieto evento tra passeggiate in giardino e cenette romantiche con il marito Harry.

Rompendo ancora una volta il protocollo reale, infatti, l’ex attrice ha detto un secco no alle foto sui gradini dell’ospedale, subito dopo il parto. A differenza di Kate e William, futuri sovrani d’Inghilterra, che hanno voluto condividere la gioia dell’arrivo dei loro bambini insieme ai sudditi e a chi li ama, per lei e per Harry la nascita dell’erede è un fatto privato, da vivere in maniera confidenziale. .. Salvo, però, il desiderio della Markle di vendere l’esclusiva delle foto a una patinata rivista del calibro di Vogue. Certo, non un fatto puramente celebrativo o ; mera nostalgia delle copertine di un tempo: l’introito, infatti, sarà devoluto in beneficienza.

Insomma, tra Meghan e Kate ci sono state tante differenze e proprio lo stravolgimento del solito copione reale ha fatto balzare le quotazioni della duchessa: tutto questo mistero delle ultime settimane, il silenzio da parte delle fonti reali circa lo stato della gravidanza, le voci che si sono rincorse negli ultimi giorni, hanno creato parecchio movimento intorno al suo nome. Insomma, che sia stata una strategia mediatica studiata a puntino o che sia stato solo il risultato del susseguirsi naturale degli eventi, la Markle è riuscita a conquistarsi una bella fetta di riflettori fino all’ultimo giorno della sua lunga gravidanza. Che però alla fine si è risolta nel modo più bello: è nato il primo figlio di Harry e Meghan, 3,2 kg di amore e regalità. “Grazie per tutto l’amore e il sostegno ricevuto da ciascuno, è meraviglioso e vogliamo condividere (questo momento) con tutti”: ha detto l’emozionato principe che, subito dopo il parto, è uscito a parlare con i giornalisti di fronte alla residenza di Frogmore Cottage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *