Meningite a Bologna: bambino di due anni morto in poche ore

Pubblicato il: 22 Gennaio 2019 alle 8:02

Meningite da meningococco, così un piccolo bambino di 2 anni è morto in pochissimo tempo in ospedale.

A Bologna dell’Ospedale Maggiore dove poco tempo fa dopo aver effettuato analisi cliniche e immediatamente scattato il protocollo di allarme con procedura di profilassi per meningite.

Il caso risale tra la notte tra il 18 e il 19 gennaio, Proprio quando il piccolo di domani che è arrivata al pronto soccorso insieme ai suoi genitori con una febbre molto alta.

I medici immediatamente ha notato una gravissima infiammazione nel tratto delle vie respiratorie, viste le ottime risposte della terapia al paracetamolo hanno pensato di di metterlo poco dopo.

Sfortunatamente sempre la stessa giornata Il bambino è peggiorato moltissimo, e adesso le condizioni generali erano molto gravi, con un evidente shock settico in corso.

I sanitari trovati se a questo punto hanno fatto scattare le terapie di supporto Vitale Enel piccola è stato immediatamente trasportato in rianimazione dove,, ogni sforzo da parte di sanitaria è stato inconcludente Infatti il piccolo è deceduto tra la notte del 18 e 19 gennaio.

Come spiegano dall’ospedale, le successive analisi hanno riscontrato “la presenza di Neisseria mengitidis, ceppo del meningococco di tipo B, confermando la diagnosi clinica di shock settico che, quando provocato da tale batterio, ha esito infausto in elevata percentuale”.

L’Ausl bolognese ha specificato in una nota che sono state immediate le misure di profilassi che,

“secondo i protocolli internazionali e nazionali, sono scattate nei confronti degli operatori sanitari e dell’intero nucleo famigliare residente a Bologna, in tutto 34 persone”. Per quanto riguarda gli altri contatti del bimbo, invece, è emerso che il piccolo non frequentava l’asilo né altre comunità al di fuori dei contatti famigliari stretti. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire se estendere la profilassi ad altri soggetti che possono aver avuto contatti col piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *