Michelle Hunziker, con Tomaso Trussardi mette fine ai problemi di coppia: l’amore non è bello se non è litigarello

I continui litigi fra Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi avevano fatto preoccupare i loro numerosi fan. Si temeva che questa crisi di coppia, dovuta a questi contìnui scontri anche a favore di fotografi, potessero portare questa relazione verso lidi poco sicuri. E invece Michette ha preso la situazione in mano e ha risolto tutto prima che potesse peggiorare la situazione con suo marito.
Dopo le ferie a Varigottì la famiglia Trussardi-Hunziker si è spostata in Sardegna e qui Michette e Tomaso hanno ritrovato la loro serenità.

UNA CENA A LUME DI CANDELA
La conduttrice svizzera ha organizzato per il suo amato Tomaso una bella cena a lume di candela in spiaggia. Una cena romantica, in cui i due avranno avuto modo di chiarire i diverbi. Avranno tirato una linea per poter ricominciare sereni come sempre. La Hunziker evidentemente non ama le situazioni di stallo e ha deciso di imprimere una svolta decisa, senza perdere ulteriore tempo. E lo ha fatto da grande donna, organizzando una cena intima con suo marito. Magari tornando a sognare di avere un altro figlio. I sorrisi di Michelle e Tomaso dimostrano
che il peggio è passato e che ora la coppia può tornare a viversi la stagione estiva senza troppi patemi, fino a nuovo litìgio…

LE TAPPE DELLA VICENDA
Negli ultimi mesi Tomaso e Michette avevano avuto diversi scontri, anche accesi, per strada e in auto, segno che c’era qualche problema difficile da affrontare con serenità. Per questo in molti hanno temuto il peggio. La burrasca sembra essere solo un brutto ricordo.

Ma quale crisi? Gli opposti si attraggono e litigano, ma alla fine si completano e, insieme, sono felici. Il tempo non passa mai per Michelle Hunziker e, dopo nove anni, neanche l’amore per Tomaso Trussardi. Lei, estroversa, sempre pronta a condividere, lui più riservato, incline a sfuggire ai riflettori, ma sempre più uniti, soprattutto dal sogno di un maschietto.

Basta guardarla in vacanza con il marito, sposato nel 2014, e le loro bimbe Sole e Celeste. In più c’è Aurora, che la svizzera ha avuto da Eros Ramazzotti, accompagnata dal fidanzato Goffredo: è il ritratto della spensieratezza. La svizzera è gelosissima di Trussardi: «Tutte le mattine mi sveglio vicino a un fico. Vivo sul chi-va- là e guai a chi me lo tocca!», ha ammesso. Ed ecco che nascono discussioni e bisticci, anche piuttosto scenografici. «Camminare insieme non significa che il cielo sopra sia sempre sereno. Noi siamo partiti litigando, ma tenendoci per mano abbiamo percorso parecchi chilometri», ha spiegato la conduttrice.

Insomma, l’amore non è bello se non è litigarello, ma poi si fa sempre pace, perché in realtà la showgirl e il rampollo del Levriero vanno d’accordo su tutto. E poi c’è la figlia maggiore. «Aurora è il mio angelo, abbiamo un rapporto pazzesco. Se prima era un legame madre-figlia, dove ero molto severa, ora sono ancora una madre, ma usciamo insieme e ridiamo un sacco», ha raccontato Michelle. Che il manager adora: «Lui mi sopporta», ha scherzato lei. Questa invidiabile armonia si riflette anche nel lavoro e Tomaso lo sa: «Quando c’è una decisione da prendere voglio il suo parere. Lei mi dice “perché lo chiedi a me che non ne so nulla?”.

Io le rispondo che sono pieno di consulenti e tecnici, quel che mi serve èia sua visione di insieme e la sua intelligenza emotiva», ha rivelato l’imprenditore. Lei lo ringrazia per averle fatto capire un mondo che le era fino a qualche anno prima sconosciuto: «Ero molto lontana dall’avere la testa dell’imprenditrice e osservando il lavoro di mio marito ho cominciato a capire che cosa fanno un direttore generale, il direttore vendite, gli agenti… Tomaso mi ha aiutato anche sul versante legale. Abbiamo passato diverse sere a leggere i documenti», ha detto la conduttrice quando ha lanciato la sua linea di integratori naturali. Ma il progetto più caldo resta quello di un altro bebé. Dopo la doppietta rosa, la coppia spera tanto nel fiocco azzurro, soprattutto Tom, in minoranza nel ménage familiare.

«Ho già scelto il nome del possibile maschietto… Ma non lo dico ancora perché non è ancora arrivato», ha spiegato la stessa Michelle. Del resto, l’estate aiuta. Lo dicono gli esperti: il desiderio di maternità sale proprio durante la bella stagione, grazie anche a una maggiore esposizione ai raggi solari che stimola la produzione di vitamina D, ribattezzata “vitamina della felicità”,
e quindi di endorfine, serotonina e dopamina nel dettaglio, i neurotrasmettitori che modulano il tono dell’umore. Ma esiste anche il piano B: «Il desiderio di diventare ancora mamma c’è e c’è anche quello di diventare tra un po’ pure nonna. Io all’età di Aurora ero già mamma», ha fatto notare Michelle. Auri è avvisata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *