Press "Enter" to skip to content

Nadia Toffa, la mamma racconta tutta la sconvolgente verità sulla malattia della figlia

La mamma di Nadia Toffa, ovvero la signora Margherita Rebuffoni è stata intervistata da diversi conduttori su reti Rai e Mediaset. In questi ultimi giorni invece la signora è stata ospite a Tagadà su La7 dove ha parlato della malattia della figlia. Nel corso della puntata anche andata in onda il 5 dicembre, la donna è tornata a parlare della malattia della figlia e di quelli che sono stati gli ultimi momenti insieme. Ricordiamo che Nadia Toffa è morta lo scorso 13 agosto dopo aver lottato contro un tumore per due lunghi anni. Nel corso di questa intervista la donna è tornata a parlare della malattia della figlia e di quanto sia stato difficile per lei dover assistere senza poter far nulla ed alleviare le sue sofferenze.

Margherita Rebuffoni racconta la malattia della figlia

Ai microfoni di Tiziana Panella, la mamma di Nadia Toffa ha onorato la memoria della figlia scomparsa soltanto qualche mese fa ripercorrendo anche la malattia a partire da quando quel malore a Trieste ha fatto scoprire purtroppo la triste verità. “MI HANNO DETTO CHE AVEVA AVUTO UN ICTUS, UNA COSA STRANISSIMA’. Poi la donna avrebbe raccontato il momento in cui è arrivata la diagnosi.

‘L’ABBIAMO SAPUTO SUBITO PERCHÉ AL CHIRURGO CHE L’AVEVA OPERATA HANNO MANDATO LA RISONANZA MAGNETICA E LUI HA CAPITO IMMEDIATAMENTE’, ha dichiarato Margherita. Quest’ultima poi avrebbe detto: ‘A NADIA NON È STATO NASCOSTO NULLA, NON SAREBBE STATO POSSIBILE. È UNO DEI TUMORI PIÙ POTENTI E CATTIVI’. Da quel momento sembra che la madre e Nadia siano diventate davvero inseparabili fino a che non è sopraggiunta la morte.

Nadia Toffa sapeva che sarebbe morta il 10 o il 13 agosto

La donna ha detto di aver trovato grande conforto nella popolarità acquisita dalla figlia ed ha riferito di rivederla nell’affetto di tutti i suoi fan. Poi nel corso dell’intervista, la donna è passata anche a pubblicizzare il manoscritto pubblicato post mortem che racchiude i pensieri e le riflessioni che Nadia ha scritto in oltre 400 testi.Il libro intitolato Non fate i bravi, è uscito lo scorso 7 novembre e pare che stia avendo un successo davvero straordinario. I proventi saranno devoluti alla fondazione Nadia Toffa per la ricerca oncologica e ad altre tematiche molto care alla iena.‘LEI MI AVEVA DETTO: “SEGNATI QUESTA DATA, IL 10 O IL 13”. E LEI È MORTA IL 13’, ha dichiarato la donna. “IL POMERIGGIO DL 12, IMPROVVISAMENTE, L’HO VISTA CAMBIARE. HO CAPITO CHE VOLEVA ANDARE, CHE NON VOLEVA RESTARE PIÙ QUI. LE HO DETTO: “LA MAMMA È SERENA”, ha concluso così poi la mamma di Nadia.