Paolo Bonolis, Il popolare gioco dei rulli del Genodrome è costato caro a uno dei concorrenti di “Ciao Darwin”

La sensualità di Madre Natura, il divertente trash del format, le gag esilaranti tra Paolo Bonolis e Luca Laurenti. E poi le sfide tra categorie diverse che appassionano il pubblico da sempre e che anche quest’anno

hanno tenuto incollati al piccolo schermo milioni di telespettatori. Tutto questo è “Ciao Darwin”. Nelle ultime settimane, però, il popolare programma di Canale 5 sull’evoluzione (o involuzione?) della specie è finito al centro di un’accesa polemica. Una bufera ha travolto il concentrato di risate dello show, preoccupando i vertici Mediaset e il conduttore Paolo Bonolis. Sotto il mirino, il gioco dei rulli del Genodrome. È risaputo che non sia affatto facile oltrepassarli. E di solito, i capitomboli dei concorrenti che si mettono alla prova nel percorso ci strappano più di una risata. Ma stavolta non si è trattato della solita banale caduta: qualcosa è andato storto. Un concorrente, Gabriele Marchetti di 54 anni, è rimasto ferito cadendo e ha dovuto subire un intervento chirurgico al Policlinico Umberto I di Roma.

Il cugino dell’uomo ha spiegato che: “Secondo quanto è stato riferito dai medici, Gabriele ha riportato lo schiacciamento di due vertebre, con una lesione al midollo che ha compresso il torace, impedendogli di respirare. L’operazione – ha aggiunto l’uomo — è perfettamente riuscita, ma dal momento della caduta a oggi, dal collo in giù è compieta- mente immobile. Marchetti è vigile e cosciente, ma non riesce a muoversi. Le sue condizioni sono critiche”. La famiglia dell’uomo ha lamentato una presunta mancanza di sensibilità da parte della produzione e dello staff del programma in generale, spiegando che: “Hanno continuato a registrare nonostante un fatto così grave. Hanno continuato come se nulla fosse, tanto che sulla pagina Lacebook di ‘Ciao Darwin’ seguitano a postare notizie scherzose”.

A onor del vero, occorre segnalare che, subito dopo l’accaduto, Mediaset ha voluto prendere una posizione rilasciando un comuni- ,’Qto ufficiale: “Canale 5, Paolo Bonolis e Sdl2005, società di produzione del programma ‘Ciao Darwin’ (la cui fondatrice è Sonia Bruganelli, moglie di Bonolis, ndr), informano di aver preso contatti formali nei giorni scorsi con la famiglia del concorrente infortunato nel corso delle riprese della trasmissione”. Nella nota si legge inoltre: “Oltre a manifestare vicinanza umana e rammarico per l’accaduto, Canale 5, Paolo Bonolis e Sdl2005 hanno chiesto informazioni esatte sulle condizioni del congiunto, al di là dei sommari resoconti di stampa e si sono messe a disposizione per tutto quanto si rendesse necessario. È stato inoltre comunicato alla famiglia di avere già attivato la polizza assicurativa a copertura dell’infortunio”. Ma il caso di Marchetti non è l’unico con il quale la produzione di “Ciao Darwin” ha dovuto fare i conti.

Un altro ex concorrente ha deciso infatti di palesarsi: si tratta di Deborah Bianchi, una giovane personal trainer romana che partecipò alla prima puntata della stagione della trasmissione di Canale 5, nella sfida Chic contro Shock registrata lo scorso 28 febbraio. “Sono stata la prima a fare una discesa abbastanza ripida: sotto non c’era nulla e, alla fine, mi si è ‘girato il piede’ – ha spiegato – Sono rimasta lì per terra per un po’ e poi mi hanno soccorsa e portata all’ospedale di Tivoli. Dalla lastra è emersa una frattura scomposta che andava operata”. Dopo l’intervento e dopo un periodo passato in sedia a rotelle, ora la giovane usa una stampella e fa fisioterapia. La donna ha poi aggiunto: “Dalla puntata successiva hanno messo la sabbia sotto quella discesa, segno che quelle cadute si sarebbero potute evitare già prima. Ovviamente sono cose che possono succedere anche al di fuori, ma quello era un contesto televisivo fatto per divertirsi. Potevano fare qualche prova in più per la messa in sicurezza”, ha detto Deborah. Anche in questo caso, comunque, occorre sottolineare come la produzione abbia immediatamente preso contatti con la famiglia attivando subito la pratica di assicurazione.

La bufera scoppiata intorno al game show di Paolo Bonolis, comunque, non accenna a placarsi tanto che la Procura di Roma ha deciso di aprire un’inchiesta per lesioni colpose. Il fascicolo, aperto dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia, è contro ignoti ma è disposta una perizia alla quale potranno seguire le prime iscrizioni sul registro degli indagati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *