Press "Enter" to skip to content

Pensioni ultime notizie: Quota 100, folla all’Inps, arrivate già oltre 5 mila domande

A poche ore dalla pubblicazione della circolare che ha illustrato le novità in termini di pensione anticipata e quota 100 e tante altre misure, sono oltre 5500 le domande pervenute all’INPS sia telematicamente che attraverso i patronati.

Sono tanti altri invece i cittadini che sono interessati a reperire le nuove informazioni su quelle che sono le nuove misure e che per questo motivo nelle scorse ore si sono presentati agli sportelli dell’Istituto oppure presso i patronati per avere maggiori informazioni. Al momento non sembra però essere disponibile alcun simulatore che possa dare la possibilità di valutare l’importo della pensione che si avrà una volta usciti anticipatamente, rispetto a quella che l’età di vecchiaia e quello che si avrebbe anche lavorando più a lungo e quindi per prendere una decisione si dovrà attendere ancora qualche giorno. Sicuramente a fare domanda sono stati già o disoccupati oppure coloro che si trovano in una situazione di difficoltà lavorativa.

A commentare positivamente le notizie riguardanti le domande arrivate da un po’ di ore sono stati i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i quali hanno sottolineato l’importanza della misura, non soltanto per tutti coloro che decideranno di lasciare il lavoro, ma anche per i giovani in questo modo e si spera che potranno trovare più facilmente una occupazione. Su Twitter, il Vice Premier scrive: «Partenza sprint di quota 100, al secondo giorno già 5.000 domande alla faccia di Fornero e Monti, gli italiani apprezzano. Smettiamola di ascoltare i menagrami scrive su Faceboook Di Maio – con le uscite di quota 100 e lo sblocco del turn over si apriranno tantissime opportunità di lavoro per i nostri giovani. Parte il ricambio generazionale. I risultati si cominciano a vedere. E siamo solo all’inizio». 

La circolare che è stata emessa dall’INPS lo scorso 29 gennaio, ha precisato quelli che sono i requisiti necessari per poter usufruire di Quota 100, ovvero 62 anni di età e 38 anni di contributi, nonché i requisiti per l’uscita anticipata a prescindere da quella che è l’età anagrafica e le regole per l’uscita attraverso i fondi di solidarietà. Intervenuto anche il presidente del consiglio di indirizzo e vigilanza dell’ ITIS Guglielmo Loy, il quale ha sottolineato che oltre le domande che sono arrivate per via telematica ed anche attraverso i patronati, tantissime persone si sono presentate nelle sedi dell’Istituto per informazioni su quota 100 e reddito di cittadinanza.

«Nel 2019, ai 315 mila potenziali destinatari di quota 100, si potrebbero aggiungere altre 50.000 persone che matureranno il diritto a partire dal 1° gennaio 2019. Ma a presentare domanda nella speranza di poter avere i requisiti saranno molti di più. Per cui l’Istituto, oltre al milione circa di prestazioni ordinarie da erogare nell’anno (circa 500 mila solo per l’assistenza), dovrà fronteggiare una massa di oltre 400 mila nuove domande», ha dichiarato Alberto Brambilla, Presidente del Centro Studi Itinerari Previdenziali.

Sono quasi 5.000 le domande arrivate già all’Inps per chiedere di andare in pensione con la cosiddetta Quota 100 o con le altre misure previste dal Decreto del Governo. Lo fa sapere il presidente del Civ dell’Inps, Guglielmo Loy sottolineando che queste sono arrivate per via telematica (1.892 prima delle 17) e attraverso i patronati (2.697) ma che “tantissime persone si sono presentate nelle sedi dell’Istituto per informazioni su Quota 100 e sul reddito di cittadinanza”.

“Smettiamola di ascoltare i menagrami. Abbiamo dato l’opportunità a chi ha lavorato una vita intera di esercitare un proprio diritto. Con le uscite di quota 100 e lo sblocco del turn over si apriranno tantissime opportunità di lavoro per i nostri giovani. Parte il ricambio generazionale”. Lo afferma il ministro del Lavoro, Luigi di Maio, su Facebook commentando la notizia di quasi 5.000 domande già arrivate all’Inps per l’accesso alla Quota 100. “Stiamo realizzando quello che abbiamo detto e i risultati si cominciano a vedere. E siamo solo all’inizio”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *