Pepita d’oro da un chilo e mezzo trovata in Australia con metal detector, vale 100 mila dollari

Sei piuttosto incredibile quanto accaduto ad un cercatore australiano che grazie al suo metal detector ha trovato una pepita d’oro dal valore di circa centomila dollari che è pari a €70.000. Si tratterebbe di quindi di una pepita d’oro di quasi un chilo e mezzo, la quale è stata ritrovata in Australia da un cercatore e si aggirava tra le miniere d’Oro con un metal detector. La notizia è stata riferita dalla BBC, ma a condividere l’immagine della pietra su Facebook è stato un Matt Cook un commerciante di Kalgoorlie che fornisce attrezzatura ai cercatori d’oro con il suo negozio che è il Finders Keepers Gold Prospecting. Così come ha raccontato lo stesso, ritrovamento di questo genere non sono poi così tanto rari in Australia, ma ad ogni modo si tratta ogni volta di un evento piuttosto singolare Soprattutto se si considera la dimensione della Pepita che in questo caso era poco più di 1 kg.

La pepita è stata ritrovata a 45 cm di profondità e pare che il cercatore non abbia poi chissà quanto impiegato per poterla estrarre. Subito dopo poi essendosi reso conto del colpo che aveva messo a segno l’uomo, si è rivolto al negozio di Cook per mostrarvi che cosa avesse trovato e poterne così quantificare il valore. È stato per lui una sorpresa davvero molto grande scoprire che quella ritrovata Quasi per caso avesse un valore così tanto alto ovvero 100.000 dollari.

Ritrovamento della pepita, la testimonianza

Nello specifico il cercatore avrebbe detto di aver rilevato la presenza di saltrati, circa 45 centimetri sotto la superficie e di avere trovato la pepita soltanto per un puro caso. “Era solo un po’ più grande di un pacchetto di sigarette, e la densità era incredibile, molto pesante”: ha raccontato il negoziante ai media locali. La Finders Keepers Gold Prospecting avrebbe così portato le immagini di questa sorprendente scoperta sui social network dopo che ovviamente la pepita era stata analizzata e valutata.

Molti utenti hanno commentato quindi la notizia e nello specifico qualcuno avrebbe scritto: “Che mostro! Un pezzo di 1,4kg trovato qualche settimana fa vicino Kalgoorlie da un cliente molto fortunato”.“È incredibile, che grande scoperta. Gli occhi saranno usciti fuori dalle orbite quando il cercatore l’ha vista”, scrive ancora un altro utente. La zona di Kalgoorlie, in Australia ad oggi sembra essere ancora una meta piuttosto ambita per i ricercatori d’oro, anche se in genere le pietre di valore che sono state ritrovate, non superano mai 14 g di peso. Le pepite di queste dimensioni invece vengono ritrovate solitamente nell’area soltanto poche volte in un anno e in generale con l’Impiego di macchinari piuttosto pesanti e non di certo con un semplice metal detector.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *