Reddito di cittadinanza, tutti gli acquisti ammessi e quali quelli vietati

Abbiamo tutto parlato del reddito di cittadinanza, ma sembrano esserci ancora degli aspetti che non sono chiari ai beneficiari di questa misura di contrasto alla povertà. Nello specifico, uno degli aspetti centrali su cui poter fare chiarezza è quello riguardante le spese che si possono sostenere e qual. Ad oggi le famiglie beneficiarie di questo misura sono circa 500 mila e per tutti gli interessati sembra che la domanda sia la stessa ovvero, quali spese è possibile fare con gli importi che vengono accreditati sulla carta reddito di cittadinanza e quali invece finiscono per essere bloccati e quindi nella Black List. Cerchiamo di fare chiarezza qui di seguito.

Reddito di cittadinanza, acquisti negati

Non sarà possibile effettuare acquisti relativi ad armi oppure impiegare le gomme caricate sulla carta reddito di cittadinanza, per giochi e scommesse. Sono vietati gli acquisti di beni e servizi annessi alle barche e di conseguenza e non è possibile richiedere questo beneficio da coloro che sono in possesso di barche. Non è possibile nemmeno acquistare beni e servizi portuali. Sono esclusi dalla lista, acquisti di beni di lusso come pellicce e gioielli e la stessa cosa vale per le gallerie d’arte. Non si possono spendere importi accreditati per poter acquistare servizi finanziari e creditizi oppure inviare somme di denaro all’estero attraverso il Money Transfer. Non è possibile acquistare qualsiasi tipo di materiale pornografico.

Reddito di cittadinanza, acquisti concessi

Con la somma ricaricata sulla carta reddito di cittadinanza è possibile effettuare bonifici mensili per poter pagare la rata del mutuo oppure l’affitto di casa, visto che la norma fa riferimento esplicito alle spese per l’affitto. Non si potrà utilizzare invece la carta per poter pagare le spese di condominio da parte di coloro che ne risultano proprietari. Inoltre, è possibile pagare le bollette della luce e del gas così come generi alimentari e farmaci.

Reddito di cittadinanza, molti rinunciano e non lo vogliono più

Non smette di far discutere il reddito di cittadinanza visto che dopo tante polemiche e dopo aver atteso tanto per poterlo percepire, aumenta a dismisura giorno dopo giorno il numero di persone che rinunciano alla tessera prepagata, tanto che l’Inps sta lavorando per attivare una specifica procedura di rinuncia che non era stata messa nel conto. Sono circa 100 mila le persone che stanno in questi giorni cercando un modo per poter rinunciare al reddito di cittadinanza. I motivi di questo rifiuto sembrano essere due, ovvero gli importi troppo quasi rispetto alle aspettative e troppi obblighi e troppi controlli subito ed anche dopo.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.