Sabrina Ferilli, dopo la paura ritrova il sorriso: “Sono più cazzara”

Sabrina Ferilli è più allegra e scanzonata che mai e con questi presupposti affronta con il sorriso il suo nuovo ruolo di giudice popolare a “Tu Si Que Vales” con Maria De Filippi. Maria ha voluto a tutti i costi la bellissima e popolare attrice non soltanto per il suo talento e per la sua schiettezza nei commenti, ma anche per la grande amicizia che da tanti anni le lega e che gliel’ha fatta apprezzare ogni giorno di più. «Con lei mi diverto, lei ha questa testa da professoressa inglese.

Maria, di persona, è anche abbastanza bacchettona. Rigida», ha detto a “Verissimo” l’attrice che dopo l’esperienza di giudice ad “Amici” di qualche anno fa ora torna a lavorare con la De Filippi. Per lei è un nuovo inizio anche perché è finalmente libera dal dramma dello stalking che le rendeva la vita difficile ormai da anni. Un’ombra che adesso sembra allontanarsi sempre di più ed è anche questo il motivo, oltre all’acquisita maturità, per cui l’attrice ha riconquistato tutto il suo buonumore: «c’è sempre, me lo trovo davanti in continuazione.

Mi aspetta sotto casa, lo trovo all’improvviso quando prendo l’auto o mentre passeggio. – ha detto al “Corriere della sera” – Inizialmente non avevo dato peso alla vicenda, ma adesso avverto questa presenza come una minaccia perché mi sento continuamente sotto osservazione». Ora dovrebbe essere fuori pericolo: l’uomo, un italiano di 68 anni, ha ricevuto una misura cautelare che gli impedirà di avvicinarsi a lei e al suo staff nel raggio di 500 metri. Dopo il fermo, l’uomo ha spiegato di essere una persona buona e che il suo obiettivo era solo quello di farla interessare alla pièce e agli spettacoli teatrali che aveva scritto. Sabrina quindi può tornare a mostrarsi serena, allegra, e in questo l’esperienza aiuta: «da poco ho imparato ad avere un occhio clemente verso di me.

Gli errori miei e di chi mi stava vicino mi parevano madornali, pure i più sciocchi. Oggi ho una visione “colorata”, meno bianco-o-nero, meno estremista. – ha detto a “Io Donna” – Sono un po’ più cazzara di prima. L’età mi ha alleggerito dal senso di responsabilità. Ora che il mio percorso l’ho fatto e non devo dimostrare più niente, mi concedo il divertimento, senza il terrore di scivolare». La scorsa estate ha visto la famosa interprete più social che mai, super affascinante in bikini e sempre in grandissima forma mentre prendeva il sole in spiaggia incurante degli eventuali hater, che comunque poi si sono fatti sentire, come al solito. A Sabrina, però, delle critiche da parte dei leoni da tastiera importa ben poco, realizzata com’è nella sua vita professionale e in amore, grazie alla salda e felice unione con il manager Flavio Cattaneo. «Degli attacchi me ne frego. Non dobbiamo piacere a tutti, basta piacere a chi piace a noi. Su questo sono sempre stata lucida.

Non sono cambiata». Questo suo equilibrio dice di doverlo anche e soprattutto al fatto di essere cresciuta in una famiglia “normale” che, sostiene lei, può sembrare una cosa banale, ma non lo è affatto: «Ho avuto una grande fortuna ad essere cresciuta in una famiglia normale, perché la normalità può sembrare banale, ma è una delle più grandi fortune che può capitare ad una persona e non è assolutamente scontata», come ha spiegato a “Verissimo”. Perennemente con il sorriso sulle labbra e pronta a mettere in bella mostra il suo innato senso dell’umorismo, di recente però Sabrina ha posto anche l’attenzione su temi scottanti, come ad esempio la triste vicenda di Bibbiano, spezzando una lancia a favore del Pd che a suo parere ha sempre fatto tutto quello che ha potuto per i bambini. Questo suo interessamento è dovuto in parte anche allo strepitoso successo ottenuto la scorsa stagione con la fiction televisiva “L’amore strappato”, di cui è stata protagonista e che ha registrato altissimi indici di ascolto. Ma adesso Sabrina è decisissima, dopo l’esperienza più che positiva ad “Amici”, ad entrare nei panni di giudice a “Tu Si Que Vales”, in sostituzione di Iva Zanicchi e c’è da scommettere che farà faville.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *