Samsung Galaxy Fold recensione, prova, caratteristiche, prezzo e data di uscita: l’essenza dello smartphone

Print Friendly, PDF & Email

Negli ultimi anni abbiamo assistito a molte mode e innovazioni che cercano di cambiare il modo in cui intendiamo la tecnologia mobile. Lo smartphone stesso è una famosa evoluzione dei telefoni cellulari e il passo successivo è stato i tablet. Sebbene il mercato sia cresciuto, non è diventato un sostituto per lo smartphone poiché per la maggior parte degli utenti significava solo uno schermo più grande.

Samsung ha ottenuto questo risultato e ha lavorato su un dispositivo mobile che poteva servire come smartphone tradizionale ma anche come tablet quando necessario. Ed è così che è nato il Samsung Galaxy Fold . Siamo stati in grado di testare questo terminal atteso prima che venga messo in vendita in Italia il 3 maggio e vi diciamo cosa abbiamo pensato della proposta audace del marchio.

Funzioni di Galaxy Fold

  • corpo
    • Dimensioni: 160,9 x 117,9 x 6,9 mm (aperto) e 160,9 x 62,9 x 15,5 mm (chiuso)
    • Peso: 263 g
    • Colori:  blu, giallo, nero e azzurro
  • Schermo dello smartphone | tavoletta
    • Tipo:  Super Amoled | AMOLED dinamico
    • Dimensioni:  4,6 pollici in modalità smartphone | 7,3 pollici in modalità tablet
    • Risoluzione:  HD + 21: 9 | QXGA + 4.2: 3
  • Caratteristiche principali
    • Processore:  Octa-Core 7nm
    • Sistema operativo:  Samsung One UI | Torta Android 9.0
  • memoria
    • Interno:  512 GB UFS 3.0 + 12 GB di RAM
  • telecamere
    • Copertina:  10 MP f / 2.2
    • posteriori:
      • 16 MP f / 2.2 | Ultra grandangolare
      • 12 MP f / 1.5-2.4 Dual Pixel AF OIS | Grandangolo
      • 12 MP f / 2.4 PDAF OIS | Zoom ottico x2
    • anteriore:
      • 10 MP f / 2.2
      • 8 MP f / 1,9 | Sensore di profondità RGB
  • connettività
    • WiFi 802.11ac
    • Bluetooth 5.0
    • NFC
    • A-GPS | GLONASS
    • USB 3.1 tipo C
    • Senza porta cuffie.
  • sensori
    • Lettore di impronte digitali laterale
    • Accelerometro, giroscopio, sensore di prossimità e bussola
  • batteria
    • Doppia, con un totale di 4380 mAh Li-Po
    • Ricarica wireless veloce e ricarica inversa

Sebbene utilizziamo questo terminale per un breve periodo, è chiaro che il design è la sua principale innovazione e che cosa implica . Samsung parla sempre di uno smartphone pieghevole, perché è vero, ma la mia sensazione è che potrebbe anche essere inteso come un tablet che viene ridotto a trascinarsi quando ce ne andiamo.

Il design piegato scelto da Samsung, sotto forma di un libro, è quello che secondo il marchio si adatta meglio all’esperienza attuale degli acquirenti, perché è il movimento più naturale. È vero che è intuitivo aprirlo e che non devi premere alcun pulsante. Anche il sensore di impronte digitali è posizionato sul lato destro per posizionare il pollice lì quando lo si apre, sbloccandolo nello stesso processo.

Uno dei problemi di questo design è che lo spessore è superiore a mezzo pollice, ma essendo così stretto e allungato quando è chiuso, abbiamo visto che sebbene mostri nei pantaloni, non sembra così scomodo come pensavamo. Nonostante ciò, dovremo analizzarlo a fondo per alcuni giorni per verificarlo.

Il processo di apertura e chiusura è confortevole e la cerniera fissa lo schermo sia in apertura che in chiusura, anche se possiamo usarlo come un normale computer portatile, anche se non c’è un pezzo che lascia il pannello stabile.

Uno schermo con luci e ombre

Nell’area esterna abbiamo uno schermo da 4,6 pollici che ha una buona qualità ma è alquanto oscurato dai fotogrammi. La sensazione diminuisce se attiviamo la modalità notte One UI mentre camuffa i limiti del pannello.

Questo schermo viene utilizzato comodamente da un lato e nonostante le sue ridotte dimensioni è comodo da scrivere su di esso, almeno con la tastiera Samsung poiché non è stato possibile provarne un altro.

Ma il protagonista è lo schermo interno di quasi otto pollici, che al posto del vetro utilizza un polimero flessibile come finitura . Il tocco non è molto diverso da uno schermo normale in un uso convenzionale, ma se ci fermiamo a sentire il materiale, fa la differenza.

Qualcosa di simile accade con la curvatura centrale, una sorta di piegatura che sembra molto più nelle foto che nell’uso. Sì, se lo cerchiamo con la mano è evidente ma è come la tacca nell’angolo in alto a destra, dopo averlo usato hai dimenticato che è lì.

Quello che non ci è piaciuto è che il pannello, con la tecnologia SuperAMOLED, ha una notevole svolta al verde quando lo incliniamo . Questo non accade sugli schermi di altre ammiraglie del marchio come S10 o Note 9, e capiamo che è a causa del tipo di schermo. Non è drammatico nel normale utilizzo ma si distingue per il buon lavoro del resto del terminale. È possibile che la prima generazione di schermi abbia effetti come questo ma crediamo che sia là dove c’è più spazio per il miglioramento.

Prestazione eccellente

Le prese di contatto sono luoghi scorretti per testare le prestazioni dei telefoni cellulari perché non è possibile installare applicazioni di riferimento o giochi e app esterni. Fortunatamente Samsung ha installato alcune applicazioni note come Instagram, Facebook o WhatsApp, oltre a giochi come Asphalt 9.

Tutto ha funzionato in modo spettacolare anche nel multitasking ed è che i 12 GB di RAM non passano inosservati. Allo stesso modo, le prestazioni del processore e la quantità di memoria interna sono eccezionali.

Nonostante tutto, dobbiamo fare un test approfondito per vedere se il cellulare è davvero all’altezza, ma per lo meno, ci darà la stessa sensazione di S10.

Qualcosa che mi è particolarmente piaciuto è il suono, fornito da due altoparlanti esterni difficili da coprire in verticale e che ci danno un volume e una qualità molto alti. Inoltre, il Galaxy Fold includerà Galaxy Buds come regalo nella confezione, che è apprezzato considerando il costo di questo terminale.

Sei telecamere con buone prestazioni

Nella sezione fotografica evidenzia il numero di telecamere di questo cellulare. Abbiamo un sistema di telecamere triple identico al Galaxy S10, con angolari, teleobiettivo e grandangolare. Davanti abbiamo un 10 Mpx e all’interno di un uguale, 10 Mpx e un sensore di supporto RGB per misurare la profondità nei ritratti con 8 Mpx. Ma attenzione, non è un ToF .

Non siamo stati in grado di testare la fotocamera in tutte le possibili condizioni, ma la sensazione che ci ha dato è che sarà molto simile al Galaxy S10 , sia nel software che nei risultati finali. Certo, ci manca ancora la modalità Instagram.

Menzione speciale per scattare le foto con lo schermo esterno poiché il cellulare è semplice da gestire e consente di utilizzare tutte le opzioni della fotocamera posteriore.

Tanto da provare

Nonostante i test che abbiamo fatto, dobbiamo riconoscere che ci sono cose come l’autonomia, l’ergonomia all’esterno e l’uso quotidiano che non siamo stati in grado di analizzare e che ovviamente rimangono per una revisione approfondita.

Devo ammettere che sono andato con un po ‘di scetticismo alla prova di questo cellulare. Ovviamente ogni terminale rischioso è apprezzato, qualcosa che scuote il mondo statico degli smartphone per quanto riguarda il fattore di forma. Ma il mio sentimento ha iniziato a cambiare.

Il cellulare di Samsung ha successi e problemi, ma capisco perché Samsung crede che questo sia il futuro della tecnologia mobile . E penso che abbia ragione.

Non perdiamo occasione per immortalare ciò che vediamo o facciamo per poi condividerlo sui social, ma il risultato ottenuto, nonostante tutti i nostri sforzi, non è mai quello desiderato? Fortunatamente in commercio esistono alcuni accessori fotografici che potrebbero realmente migliorare la qualità finale delle immagini e aiutarci notevolmente nella fase di scatto.

Nonostante molti sostengano che le capacità fotografiche di uno smartphone siano limitate e distanti dalle opportunità offerte da una reflex, i telefoni di ultima generazione dotati di molteplici sensori, potenti flash e app sofisticate ricche di funzioni, non hanno nulla da invidiare alle ingombranti e costose macchine fotografiche. Usare il treppiede Nonostante possa sembrare eccessivo e scomodo da trasportare, in ambito fotografico il treppiede è uno strumento indispensabile, in particolar modo se vogliamo applicare tecniche fotografiche che richiedono immobilità per un periodo di tempo prolungato, come il time lapse o il light painting. Per questo motivo alcuni produttori hanno pensato a coloro che amano scattare fotografie con lo smartphone, commercializzando treppiedi dotati di accessori per agganciare qualsiasi modello. Grazie ad un pratico sistema a pinza è sufficiente incastrare lo smartphone nell’adattatore e avvitarlo sul treppiede.

L’aggiunta di un telecomando Bluetooth potrebbe poi fornire un aiuto ulteriore per ridurre movimenti e vibrazioni in fase di scatto. Le lenti per smartphone Per i più creativi e per gli amanti degli scatti originali e insoliti, i kit di obiettivi dedicati agli smartphone sono un’altra soluzione da provare al più presto. Il mercato offre varie tipologie di lenti per tutte le tasche, e quasi tutti i modelli disponibili in commercio sono universali. Nei kit più diffusi troviamo la lente macro, quella grandangolare e una fisheye ma spesa un po’ di più possiamo portarci a casa un teleobiettivo zoom tascabile o aggiungere un set di filtri pensati per ottenere fotografie più brillanti e nitide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.