Sandra Milo, dal regista Federico Fellini al Premier Bettino Craxi

Gli uomini più importanti li ha amati facendoli cadere ai propri piedi: Sandra Milo, pseudonimo di Salvatrice Elena Greco, non si è fatta mancare nulla. Soprattutto in amore. Nata a Tunisi, P II marzo del 1933, P attrice e conduttrice televisiva italiana ha conquistato intellettuali e uomini di potere: a farle la corte sono stati, tra gli altri, il regista premio Oscar Federico Fellini e Bettino Craxi, più volte presidente del consiglio. Ma Sandra non è stata solo una femme fatale: tra le protagoniste indiscusse del cinema italiano degli anni ‘60, ha regalato meravigliose interpretazioni in film come “Il generale Della Rovere”, “Adua e le compagne”, “Fantasmi a Roma”, “Il giorno più corto”, “Giulietta degli spiriti” e, soprattutto, “8V2″, film premiato addirittura con l’Oscar. Al momento è opinionista nel programma di Rai Uno, “lo e te”.

Come si trova in queste nuove vesti? «lo ho lavorato molto in televisione, ho debuttato al tg1 quando c’era Vespa, tanti anni fa. Ho lavorato un po’ con tutti i personaggi d’allora. Oggi fare l’opinionista è il modo più moderno che abbiamo di comunicare ed emozionare. Quando mi è stato proposto di partecipare a “lo e Te”, programma pomeridiano di Rai Uno ideato e condotto da Pierluigi Diaco, con la partecipazione di Valeria Graci, mi ha fatto molto piacere. Sono tornata in tv dopo molto tempo, avendo fatto tanto teatro».

Che tipo di donna è Sandra Milo? «Una “domandona”! Sono un tipo di donna antica, nel senso che sono molto legata alla famiglia, ai figli e al senso del dovere. Allo stesso tempo, però, sono una donna moderna, perché sono pronta ai nuovi modi di comunicare, ad un nuovo modo di presentarsi e di essere».

Come fa ad essere così al passo con i tempi? «Non vivo nel passato: molte donne che hanno avuto un passato intenso sembra vivano solo di ricordi. Mentre io no».

Come si mantiene in forma alla tenera età di 86 anni? «Non mi preoccupo molto del mio corpo perché non faccio sport, ginnastica o massaggi. Sto attenta all’alimentazione, ma è dovuto al fatto che con gli anni ho meno appetito. Un tempo mangiavo moltissimo, ero sempre affamata. Adesso, invece, non sono esagerata a tavola. Mangio quello che credo sia necessario al mio fabbisogno. Non sono nemmeno golosa. Mi piace molto la pasta quello si!». Il suo carisma ha “steso” molti uomini.

Secondo lei cosa li ha conquistati? «Diciamo che il mio carattere è stato sempre molto indipendente. Nell’età della pubertà ho vissuto con mia mamma e mia sorella. Quindi la figura maschile non era molto presente nella mia vita. Quando è arrivato l’amore io ero già una di quelle donne emancipate ed indipendenti. Questo inizialmente potrebbe aver creato qualche piccolo intoppo, ma poi tutto è andato per il meglio».

Ritornando ai suoi amori, quale ricorda con più affetto? «Federico Fellini, l’amore unico, infinito. L’amore che ti toglie il fiato, di cui non puoi fare a meno. Il tuo cuore è legato al suo, in maniera indissolubile. Quel sentimento così forte che non ti permette di fare scelte né di essere libera, perché ti prende completamente» Lei ha conosciuto anche Bettino Craxi…

«Era un uomo eccezionale, ne rimasi folgorata. Era una persona carismatica, di grande spiritualità, di grandi sentimenti e di amore per il suo Paese».

Sogna ad occhi aperti? «Una vita senza sogni che vita è? Quanto meno il sogno ci permette di di scacciare i momenti ombrosi».”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *