Steatosi epatica: aumenta il rischio con il diabete di tipo 2

Chi ha il diabete ha una probabilità maggiore da due a tre volte di morire per malattie epatiche croniche, spesso conseguenza della steatosi epatica non alcolica. Come sottolinea il dottor Giacomo Zoppini, ricercatore universitario del Servizio di Endocrinologia, Diabetologia e Malattie metaboliche dell’Università di Verona, coordinatore di un lavoro sul tema, è importante effettuare una diagnosi precoce e trattare subito la steatosi epatica non alcolica, una patologia i cui casi stanno aumentando perché strettamente correlata all’obesità. Diversamente da quanto si riteneva in passato, non si tratta di malattie benigne, ma di patologie evolutive che possono sfociare in qualcosa di più grave, anche tumori. La steatosi epatica, ricordiamo, si diagnostica con una semplice ecografia dell’addome.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.