Ylenia Carrisi in Ecuador, la foto insieme alle sorelle pubblicata da Romina

Romina torna a parlare di Ylenia Carrisi per via di un post condiviso sui social. La famiglia di Cellino San Marco non ha mai smesso di cercare la ragazza anche solo per un secondo e data la ricorrenza del suo compleanno la necessità di lanciare nuovi messaggi diventa sempre più forte. La giovane potrebbe trovarsi in Ecuador?

“Per favore mi contatti”

Nei giorni scorsi ha fatto parecchio discutere il messaggio lanciato da Romina Power per la figlia Ylenia Carrisi. L’artista americana è fortemente convinta del fatto che la giovane sia ancora viva e nascosta dal mondo.

Non a caso Romina Power ha condiviso una nuova foto scrivendo il seguente messaggio: “Novembre è il mese in cui è nata Ylenia. È scomparsa negli USA nel gennaio 1994. Aveva 23 anni. Non ho mai abbandonato la speranza di riabbracciarla. Lo so che sarà cambiata da allora, ma se qualcuno dovesse riconoscere una donna che assomiglia a questa ragazza, per favore mi contatti. Grazie. Per favore fate girare, se potete”.

Ylenia Carrisi in Ecuador

Nel corso delle ultime ore, inoltre, è stata diffusa una foto da parte di Romina Jr Carrisi che la ritrae insieme a Cristel e la sorella Ylenia. Tutte e tre le figlie di Albano si trovano in Ecuador e, come è sempre stata abitudine fare, mettono in la loro unione e amore per la famiglia. Non a caso il titolo di giornale spiega come la giovane sia davvero felice di vivere quei giorni insieme alla famiglia.

Ancora oggi però nessuno sa dove si trova Ylenia, tanto che le sorelle, insieme a Yari e il resto della famiglia continuano a cercarla in tutto il mondo.

Albano: “Aveva le sue idee”

Ancora oggi commuovono le parole che Albano Carrisi ha detto durante la realizzazione del documentario: È la mia vita.

Il cantante parlando della figlia ha dichiarato: “Ylenia era di grande affetto, ma aveva le sue idee. La capivo, perché anche io ero come lei. Siamo passati da una fase di completa armonia, di completa felicità. Amavamo fare le stesse cose. Nel caso di mia figlia il destino ha avuto una parola violenta nei miei confronti. Ho visto esattamente quello che stava succedendo nella sua vita e giuro che ho fatto di tutto per sviare la legge del destino. Ho fatto tutto quello che c’era da fare per bloccare quella scia velenosa di quel destino che stava arrivando. Lì come padre ho perso. Mi è stata data una bella gioia quando è nata e un grande dolore da quando non c’è più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *