Charlotte Casiraghi salvo il matrimonio con il marito Dimitri Rassam

⭐ Unisciti al nostro Canale di Telegram ⭐

Si respira armonia nel Principato di Monaco. Torna il sereno tra Charlotte Casiraghi e il marito Dimitri Rassam. E mamma Carolina tira un sospiro di sollievo. La coppia si regala una passeggiata scacciacrisi al Jardin du Luxembourg, a Parigi. Con i due coniugi ci sono il figlioletto Balthazar e Raphael, nato dalla relazione della rampolla di casa Grimaldi con l’attore Gad Elmaleh. La principessa e il produttore indossano le mascherine anticontagio, ma Charlotte dona al suo uomo (sposato l’anno scorso) uno sguardo complice.

Da qualche tempo i due venivano dati ai ferri corti per alcune incomprensioni esplose durante la quarantena trascorsa nella dimora di campagna di Barbizon, a una sessantina di chilometri da Parigi. Si parlava di un Rassam triste e sconsolato per la lontananza dalla primogenita Darya – avuta dalla ex moglie, la modella russa Masha Novoselova – e di Charlotte sempre più preoccupata per il suo matrimonio.

E invece, nonostante le tensioni, i due innamorati ce l’hanno fatta a superare il momento buio, anche grazie a una romantica vacanza a Pantelleria: qui la madre di Dimitri, l’attrice francese Carole Bouquet, ha una villa e da anni vi produce un vino passito nei suoi 25 ettari di vigneto. «Nel Principato tutti hanno tirato un sospiro di sollievo nel vedere rientrare la crisi coniugale di Charlotte, che sembra finalmente aver ritrovate la pace», spiega a Nuovo Luisa Ciuni, giornalista, scrittrice ed esperta di teste coronate. E a Monaco i bene informati dicono che oggi, tornato il sereno nella coppia, la famiglia potrebbe allargarsi e accogliere un nuovo bebé.

«Confermo le voci», dice la Ciuni. E aggiunge: «Pare che tra la giovane Casiraghi e Dimitri Rassam ci fossero incomprensioni legate al periodo difficile, quindi per fortuna niente di serio. Charlotte non seguirà il destino matrimoniale turbolento della zia Stephanie o della mamma».

⭐ Unisciti al nostro Canale di Telegram ⭐

Condividilo!

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono contrassegnati *