Coronavirus, medici Cinesi arrivati in Italia: “Troppe persone in giro e senza mascherine”

In questi giorni a tenere banco nel mondo delle news è l’argomento Coronavirus, e le misure preventive che sono state messe in atto al fine di prevenire in contagio. Nel nostro territorio si trovano nove esperti dalla Cina sono venuti in Italia al fine di aiutare i mediti che si trovano nelle zone critiche, ma la denuncia fatta da loro è la seguente: “Troppe persone sono ancora in giro”.

Coronavirus: Italia zona rossa

Nel corso dei giorni scorsi abbiamo avuto modo di vedere come le cose in Italia sono cambiate radicalmente. La fuga dal nord al sud ha incrementato il diffondersi dei contagi in modo esponenziale costringendo il Governo a porre dei rimedi molto radicali.

Al momento la Lombardia sembra essere, insieme al Veneto, un grosso focolare dove le rianimazioni lavorano a ritmi incessanti sia con i casi gravi che con quelli più gestibili. Da una settimana all’incirca l’Italia è stata proclamata zona rossa, con l’ordine di rimanere a casa e uscire solo per esigenze reali o per andare al lavoro. Ma a quanto pare non tutti stanno adempiendo al meglio quella che è la più drastica delle misure preventive.

Medici cinesi in nostro aiuto

Come abbiamo avuto modo di spiegare nel corso dei giorni precedenti, nove medici cinesi sono arrivati nella nostra nazione per fornire tutti gli aiuti necessari a fronteggiare l’emergenza. Un’unione che si stringe sempre di più, e che rende due popoli alleati contro un nemico invisibile come quello del Coronavirus che sta facendo vittime in tutto il mondo con i vari contagi che ci sono stati prima in Cina e adesso in Italia.

Sul territorio italiano si trovano anche Liang Zongan e Xiao Ning, ovvero i due professori di medicina delle malattie parassitarie del centro nazionale per la prevenzione. Questi hanno commentato la situazione del Coronavirus: “Da quanto abbiamo potuto vedere fino ad ora, e in base alla nostra esperienza, per strada ci sono ancora troppe persone e comportamenti da migliorare”.

La situazione deve migliorare

La situazione in Italia ancora non è in fase miglioramento, nonostante ci siano le prime notizie positive che riguardano i casi di guarigione nella nostra nazione e anche quelli di miglioramento del primo caso che è stato registrato e dal quale è sfociata anche l’emergenza.

I nove esperti cinesi che attualmente sono in Italia parlando comunque di una situazione da migliorare, anche perché, come sottolineato da loro stessi sono ancora troppe le persone escono di casa e senza le dovute cautele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *