Coronavirus, Pechino accusa “Il virus portato a Wuhan dall’esercito americano”

Il coronavirus circola ormai da alcune settimane in Cina e purtroppo anche nel nostro paese. In questi ultimi giorni poi il Coronavirus sembra essere arrivato ancora in altri paesi europei e non. E’ giunto il momento delle ipotesi di complotto e quello che sta circolando adesso è proprio pesante. E’ stato il ministero degli esteri di Pechino ad aver lanciato delle accuse piuttosto pesanti secondo cui potrebbero essere stati i militari americani a portare il Coronavius nella Repubblica popolare. In queste ultime ore, proprio la Cnn ha riportato un servizio su centinaia di atleti delle forze militari americane che lo scorso mese di ottobre pare fossero proprio a Wuhan per partecipare al Military World Games. A lanciare accuse pesanti però è stato proprio Zhao il quale ha scritto un tweet, utilizzando delle parole molto dure.

La Cina accusa gli Stati Uniti

Redfield ha ammesso che alcuni americani apparentemente morti di influenza sono poi risultati positivi al nuovo coronavirus. Quando è iniziato tutto con il paziente zero negli Usa? Quante persone sono state contagiate? Quali sono gli ospedali? E’ possibile che sia stato l’esercito americano a portare l’epidemia a Wuhan. Cercate di essere trasparenti! Diffondete pubblicamente i vostri dati! Gli Usa ci devono una spiegazione”. Questo quanto si legge nel tweet. Sull’origine della pandemia è intervenuto anche Geng Shuang, il quale ha sostenuto che ci sono diverse opinioni al riguardo.

La scoperta del dottor Lie Wenliang

Poi Geng Shuang avverte “Il mondo dovrebbe essere unito nella battaglia invce di scambiarsi accuse”. Ad ogni modo se prima era soltanto la Cina a chiedere trasparenza agli Stati Uniti, adesso si aggiungono tanti altri paesi. La stessa cosa non si può dire con la Repubblica Popolare Cinese che ricordiamo è stata la stessa a scoprire il virus attraverso il dottor Lie Wenliang, il medico cinese untore della scoperta del virus che poi purtroppo è deceduto proprio per lo stesso.

Il medico pare avesse capito che questo virus che stava circolando era sospetto e che avrebbe provocato ben presto una epidemia. Inizialmente lo specialista oculista pensava che si trattasse di Sars, ma poi iniziò ad avere alcuni dubbi al riguardo e li espose in una chat a fine dicembre a diversi colleghi. In quell’occasione però le autorità lo obbligarono a tacere creando nel frattempo dei danni Davvero disastrosi A livello mondiale, perché il virus si è diffuso ed è arrivato in tutti i paesi del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *