Mara Venir trionfa a Domenica In, il commento: “Insulti irriferibili e minacce”

Continua a tenere banco nel mondo del gossip il caso legato ai presunti maltrattamenti che Mara Venier avrebbe posto in essere nei confronti di alcuni dipendenti Rai che hanno lanciato una nota sui social dove viene spiegato tutto. A intervenire in merito è stato anche il direttore di Rai 1, ecco quali sono state le sue dichiarazioni dopo il trionfo della puntata di Domenica In andata in onda il 23 febbraio 2020.

“Insopportabili discriminazioni”

Nel corso dell’ultima settimana ha fatto parecchio discutere il caso legato a Mara Venier per via di quello che si sarebbe verificato dietro le quinte del programma di Domenica In. A raccontare il tutto è stato anche Tv Blog e ella nota diramata è possibile leggere: “Da tempo si è in balia dei disturbi umorali di conduttrici e/o conduttori televisivi che si tramutano in inaccettabili e insopportabili discriminazioni pur non sussistendo rilievi di carattere professionale. Quanto rappresentato coinvolge anche altre figure professionali dello studio generando un clima lavorativo particolarmente difficile ed affatto sereno”.

Mara Venir trionfa a Domenica In

A ogni modo, nessuno sembra essere in grado di scalfire Mara Venier che, invece, è riuscita a mettere in atto un nuovo colpo e trionfa così a Domenica in con un grandissimo successo.

La conduttrice di casa Rai 1, che al momento è uno dei personaggi più amati della televisione italiana, ha cercato di non lasciarsi travolgere dallo scandalo e continuando a fare il suo lavoro con grande professionalità grazie al supporto che le hanno dato i fan e lo stesso direttore di Rai 1 Nando Clemenzi.

Nando Clemenzi: “Aggressione verbale”

A difendere Mara Venier, oltre il marito Nicola Carraro, è stato anche il nuovo direttore di Rai 1 che ha deciso di commentare quello che è successo con i dipendenti che lavorano per il programma di Domenica In.

Nando Clemenzi, dopo la bufera, ecco che decide di mettere in chiaro le cose e prendere le difese di Mara Venier. Non a caso nel post è possibile leggere: “La misura è colpa. L’aggressione verbale, offese personali, insulti irriferibili e minacce – immotivata e demenziale perpetrata nei confronti di un nostro collega nello svolgimento delle sue normali funzioni professionali, durante la trasmissione Domenica In, posta in atto dalla conduttrice del programma- il direttore di Rai 1 nel suo profilo social conclude dicendo-, è solo l’ultimo episodio increscioso di una lunga nella sequenza che impatta negativamente sull’intera categoria degli Ispettori di Produzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *