Nadia Toffa, la sua morte non ferma gli haters: interviene Costanzo

Il fenomeno “haters” non si argina. Anzi, è una lotta aperta e continua. E a più di un anno dalla morte di Nadia Toffa appaiono degli assurdi messaggi sul suo conto. Qualcuno commenta con sdegno: “ma come è possibile? Lasciate in pace una persona che non c’è più”

L’indimenticabile giornata del 13 agosto: Nadia Toffa lascia per sempre la tv e la vita

Quando i fan la credevano finalmente fuori da quel vortice buio, era invece arrivata la fine per Nadia Toffa. E nemmeno l’ultimo saluto a le Iene, e l’uscita del suo nuovo libro hanno potuto fermare il destino. Poco più di un anno fa, la solare iena della Mediaset, lasciava per sempre la tv e la vita. Ma oggi, a distanza di questo tragico ed inaspettato giorno, c’è chi continua a commentarle le sue foto sui social. In particolare, una persona continua a visitare il suo profilo, e lascia sotto alcuni post il duo pensiero: parole terribili ed insulti pesanti. Il web si rivolta e non glielo perdona.

Alcuni messaggi di odio nei confronti della Iena

L’attualissima tematica della lotta agli haters resta sempre più difficile. E sono tanti i vip che cercano di combatterla e di osteggiarla. Però, c’è chi non si ferma, chi ci prova gusto nelle offese e nel disprezzo e ancor di più a spiattellarlo gratuitamente.  Nemmeno la morte ha  risparmiato a Nadia Toffa tutto questo scempio. Infatti, un utente su Instagram pare abbia proprio preso di mira la compianta donna. E i messaggi disgustosi sono di giorno in giorno sempre peggiori:” il soprannome che le avete dato.. guerriera… non c’è logica. Che ca*** ha fatto!  O addirittura c’è chi ironizza sulla sua morte, con un pietoso Black humor:” ma non ti si vede più in tv, per caso sei andata  in vacanza?

Maurizio Costanzo interviene pubblicamente :”vergognatevi”

Già quand’era in vita Nadia ha dovuto “combattere” contro numerosi leoni da tastiera. E soprattutto, è dovuta difendersi, contro chi si prendeva beffa del suo aspetto, purtroppo mutato a causa della malattia e delle continue chemioterapie. Però, la donna pare non aver mai dato grande peso a questi continui attacchi.

Oggi, però a più di un anno dalla sua scomparsa, c’è chi non accetta tutta questa cattiveria. In particolare Maurizio Costanzo, che nella sua trasmissione ha voluto esprimere un pensiero doveroso:” chi scrive certe cattiverie deve soltanto vergognarsi, non è possibile tutto questo. Certe cose dovrebbero trovare una fine.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *