Pensioni anticipate, nuova riforma dopo Quota 100: aumento età pensionabile?

Pubblicato il: 21 Maggio 2020 alle 10:22

Lo scorso anno è stata introdotta una misura pensionistica anticipata ovvero quota 100 che pare abbia avuto un grande successo. Questa ha dato sostanzialmente la possibilità a molti lavoratori di poter andare in pensione anticipatamente una volta compiuti 62 anni di età e maturato 38 anni di contributi. La scadenza della misura è fissata per il 31 dicembre 2021 e sembra proprio che con ogni probabilità non venga prorogata, piuttosto ci sarebbe la possibilità che a partire dai prossimi mesi il governo possa rivoluzionare ancora il mondo delle pensioni ed incrementare l’età pensionabile, cercando di trovare una mediazione tra quella che oggi è la quota 100 ed i limiti che sono stati imposti dalla legge Fornero. Ma cerchiamo di capire quali potrebbero essere le novità previste per il prossimo anno.

Pensione anticipata, novità 2022

Ancora mancano circa 18 mesi prima della scadenza di quota 100 ed il dossier sulla riforma pensioni al momento non sembra essere sul tavolo del governo, ma si cominciano a fare già diverse ipotesi riguardo ciò che sarà a partire dal prossimo 2022. Si parla di dell’introduzione della pensione anticipata completamente contributiva. Prima che scoppiasse la pandemia da coronavirus sembra che fosse stato avviato un tavolo di confronto tra il Governo e i sindacati, proprio su ciò che sarebbe stato dopo quota 100 sulle pensioni. Ad oggi il Governo è impegnato su un altro fronte, ovvero quello della pandemia e su come poter mettere in campo delle misure di aiuto per le famiglie italiane e le imprese.

Il Governo è anche impegnato con l’Unione Europea su come poter reperire i fondi per la ripartenza e la ripresa dell’economia italiana Dopo il lockdown. Non si esclude però che a partire già dalle prossime settimane si inizierà a parlare delle pensioni e su cosa accadrà dopo la scadenza di quota 100.

Introduzione della pensione anticipata completamente contributiva dopo Quota 100?

Sostanzialmente quindi ad oggi è impossibile prevedere che cosa ci sarà in Italia dopo quota 100, ma per quanto riguarda le pensioni anticipate è vero che sul tavolo ci sono già molte proposte. Tra tutte queste quella più vantaggiosa per le casse dello Stato ma non di certo per gli italiani è quella che abbiamo sopra citato, ovvero quella della pensione anticipata con il sistema di calcolo completamente contributivo. Come abbiamo già detto però, al momento è troppo presto per poter confermare ciò e bisognerà attendere le prossime settimane.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *