Salvini in Emilia Romagna “Appena torneremo al governo chiuderemo i porti, lotta a delinquenti e spacciatori stranieri”

Matteo Salvini e concentrato a pubblicizzare e portare alla Vittoria La senatrice Lucia Borgonzoni in Emilia Romagna. Per la lega e tutti gli alleati nel centro-destra questo sarebbe un risultato favoloso, visto che da 70 anni la regione è stata governata dalla sinistra.

Matteo Salvini nelle ultime settimane ha girato in lungo e largo l’Emilia Romagna. Proprio nell’ultimo comizio l’ex presidente del Consiglio si è soffermato sulla misura di pensione quota 100 e soprattutto i continui sbarchi Dimmi i gradi che arrivano giornalmente sulle coste italiane. Queste sono state le parole di Matteo Salvini A proposito nella misura quota 100:

«Il Pd ha propone di alzare l’età pensionabile: maledetti, noi diciamo no al lavoro fino a 70 anni. In Emilia Romagna ci sono 5.000 case popolari vuote,che la Regione non ha soldi per mettere a posto, e migliaia di famiglie che non hanno soldi per l’affitto. Dal 26 gennaio cambierà tutto: 5.000 case popolari agli emiliano romagnoli, poi al resto del mondo”

Matteo Salvini è stato chiaro sulle prime misure che un suo governo riproporrà:  «Appena torniamo al governo torneremo a sigillare i porti: stop a spacciatori e delinquenti stranieri, ne abbiamo già di nostri. Evasione? Niente manette, abbassare le tasse».

Ha concluso il suo discorso con una battuta sul Papete:  “Mi massacrano per il fatto che d’estate ero in spiaggia a Milano Marittima: costume, mojito squacquerone: io preferisco la Romagna, sana e genuina, al caviale e champagne dalla sinistra».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *