uomini e donne valentina

Uomini e donne anticipazioni puntata 28 ottobre: cosa fanno oggi Trono Over e Trono Classico

Terzo appuntamento settimanale con Uomini e donne

Continua la programmazione di Uomini e donne. Oggi pomeriggio, 28 ottobre sempre su Canale 5 andrà in onda una nuovissima puntata. Come ben sanno gli appassionati, dopo il flop del trono classico dello scorso anno, Maria De Filippi ha ben deciso di unire i due troni. Infatti, la sua mossa si è rivelata una scelta vincente, anche se qualcuno da casa continua a lamentare la “noiosità” dei ragazzi.  Grazie alle anticipazioni dettagliate fornite da Il Vicolo delle News, possiamo svelare cosa vedremo nella puntata di oggi. Come sempre, non mancheranno i colpi di scena. Vediamo nei dettagli cosa accadrà.

Arriva una segnalazione su un corteggiatore di Sophie

Le anticipazioni di oggi, relative al terzo appuntamento settimanale di uomini e donne rivelano grandi novità. Maria De Filippi continuerà a parlare dei giovani dando la parola a Nino, corteggiatore di Sophie. Il ragazzo spiegherà che tra i pretendenti della 18enne tronista c’è una persona che mente.

A tal proposito farà una segnalazione riferitagli da un suo amico. Nel dettaglio dirà che questo corteggiatore è stato un mese fa  in vacanza con una donna e che i due si continuano a sentire tutt’oggi. Naturalmente, il diretto interessato negherà assolutamente tutto dicendo la sua. In pratica ammetterà che ha fatto un viaggio con la sua ex fidanzata, ma molto tempo fa. Subito dopo si parlerà di altri protagonisti del parterre senior di U&D.

Anticipazioni: duro scontro tra Aurora e Valentina Autiero

Le anticipazioni della puntata di oggi pomeriggio di Uomini e Donne, svelano anche che scoppierà il panico tra Valentina Autiero e Aurora Tropea. Quest’ultima, attaccherà l’altra dama perchè su Instagram ha pubblicato delle foto insieme a Germano, durante il loro week end amoroso.  Accuse che troveranno subito la risposta della bella romana che dirà davanti a tutti di essersi fidanzata.  Così in studio scoppierà il panico e in molti si chiederanno perchè non lascia il parterre. Valentina si metterà a piangere perchè lei vuole viversi la frequentazione con il giovane napoletano ed ha pubblicato le foto sui social perchè era felice di come procedeva la loro conoscenza.

L’opinionista Gianni Sperti attaccherà Aurora, visto che ormai tra i due non corre buon sangue. Anche Armando Incarnato si scaglierà contro la Tropea dicendole che Valentina doveva riferire queste cose in studio e non lei. A quel punto
tutto il pubblico presente in studio farà un applauso all’imprenditore . Subito dopo, la Autiero in lacrime si recherà dietro le quinte e immediatamente dopo anche Aurora. Poi torneranno in studio e la discussione proseguirà ancora…

In questi mesi molte cose sono cambiate, dalle nostre routine a come abbiamo imparato a vivere ì rapporti e le relazioni. E così anche Uomini e Donne ha deciso di stare al passo con il cambiamento, ridisegnando ì suoi spazi e creando una cornice che, in perfetta sicurezza, potesse far sentire al sicuro i propri ospiti. Dalle nuovi luci alla divisione su due lati delle sedute destinate al pubblico, siamo pronti a svelare tutto quello che si cela dietro il processo creativo del nuovo studio del dating show dove, da quest’anno, Trono Classico e Trono Over convivranno insieme. A spiegarlo è il reparto scenografia, guidato da Lucia D’Angelo e Cristina Querzola.

Com’è nata l’idea di ristrutturare lo studio televisivo? «Sull’onda della necessità di avere innanzitutto più spazio e per esaudire la volontà di far convivere contemporaneamente tutti ì protagonisti del programma. Avevamo bisogno di poter accogliere sia il Trono Classico che il Trono Senior».

Cosa rappresenta per la trasmissione cambiare volto, dopo vent’anni, con un set tutto nuovo? «Per una trasmissione longeva come Uomini e Donne la nuova scena non è un cambiamento ma un rinnovamento. Preferiamo parlare della naturale evoluzione di un format che è un cult della televisione».

Da cosa deriva la scelta di mantenere unito il Trono Classico e quello Over ? «La sperimentazione di convivenza dei due troni, dopo la scorsa edizione, aveva soddisfatto il pubblico e questo l’ha trasformata in una conferma per la nuova stagione del programma».

Come sarà l’amore ai tempi del Covid-19 dentro Uomini e Donne? «Come si evince osservando lo studio, certamente nel pieno rispetto delle regole, ma conservando quella giusta dose dì spensieratezza che ogni storia d’amore merita».

Quando siete stati incaricati di ristrutturare lo studio, c’è stato qualcosa nel setting che avete deciso dovesse restare invariato perché rappresentativo dell’identità del programma?
«Gli elementi importanti legati all’identità del programma, i “must have”, erano senza dubbio i troni e “l’informale11 postazione della conduttrice: la sua mitica scala. Sono rimasti il cuore del nuovo studio televisivo».

Quando avete iniziato i lavori e quanto tempo ci avete messo a realizzarli? «La ristrutturazione è iniziata alla fine di luglio, durante il periodo di fermo della programmazione, e sono durati circa un mese, per essere pronti a registrare alla fine di agosto».

A cosa vi siete ispirati durante il processo creativo? «L’input per la nuova scena ci è stato dato dalla conduttrice e dagli autori, partendo dalla volontà di avere i corteggiatori e le corteggiatrici vicini, ma soprattutto dall’idea di realizzare una passerella d’ingresso, molto scenica, in quota, che potesse rimandare alle passerelle delle grandi sfilate».

La nuova stagione di Uomini e Donne ha avuto inizio con molte novità: un nuovo e sfavillante studio, tronisti che siedono accanto alle dame e ai cavalieri del Trono Over e una Gemma che ha colpito tutti con un volto rinfrescato. Non è affatto cambiata: ha solo voluto, durante l’estate, concedersi un regalo a cui pensava da tempo. Seguita dalle telecamere della trasmissione, si è confidata davanti a migliaia di telespettatori mettendo a nudo il suo spirito e mostrando il percorso che l’ha condotta tra le sapienti mani di un noto chirurgo estetico. Un intervento dì lifting che, come già anticipato, non ha minimamente intaccato i suoi tratti ma l’ha ringiovanita con grande grazia e l’ha resa radiosa. Dalla passerella che conduce dalle quinte al centro dello studio, Gemma è apparsa elegante come sempre, ma ancora più sicura e sorrìdente del solito grazie al suo aspetto meraviglioso. Con il sorriso sulle labbra ha commentato: «Ultimamente mi sentivo un po’ a disagio, e volevo mettere a tacere anche queste mie insicurezze nei rapporti. Ho un’età anagrafica che non corrisponde al mio temperamento, al mio carattere: ho fatto in modo di avvicinare le due distanze». Con le sue dichiarazioni la dama ha chiaramente fugato l’impressione che spesso si ha nei confronti della chirurgia estetica: un atto che si compie solo per compiacere gli altri, segno di vanità e senza alcuna profondità.

UNA REALTÀ AMBIGUA

Il mondo di oggi è complicato: bisogna sempre essere giovani, belli, alla moda e sulla cresta dell’onda in ogni età della vita. Per farlo, si arriva a spendere grandi cifre per abiti, ac-cessori e soprattutto cosmetici che rendano invisibili i segni del tempo. La chirurgia estetica è, da decenni, un mezzo ampiamente utilizzato da uomini e donne per combattere l’invecchiamento e permettere, a chi ne fa uso, di assomigliare il più possibile all’immagine di sé a cui aspira. Se, da un lato, il ricorso alla chirurgia è universalmente accettato, dall’altro si tende a considerare chi ne fa uso come vanesio, superficiale, più attento alla forma che alla sostanza. Opinione comune vuole che si ricorra a operazioni di ricostruzione, liposuzione, ecc. per fare solo colpo sugli altri, per pavoneggiarsi e si tende a ignorare uno dei motivi più sensati, profondi e importanti che si celano dietro questa scelta.

CAMBIARE PER SE STESSI
Non si affronta mai un’operazione chirurgica a cuor leggero: se lo si fa, è perché si sono presi in considerazione tutti i prò e i contro del caso. Si desidera mutare una parte del corpo per stare meglio nella propria pelle: la sicurezza di sé, per molti un sentimento innato, per altri è molto difficile da ottenere. E se per farlo la chirurgia può aiutare, perché privarsene per timore delle critiche? L’amore per se stessi e per il proprio corpo è fondamentale per condurre una vita serena; di conseguenza, anche le relazioni personali possono mutare dopo un intervento perché non più afflitte da scarsa autostima e risultano libere da pensieri opprimenti e disagio nei confronti di un corpo in cui non ci si riconosce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *