Streaming Serie A Fiorentina Torino diretta tv e live gratis dove e come vedere la partita

Nella formazione che all’esordio in campionato ha saputo mettere alle corde l’Atalanta, una settimana fa, spiccavano le assenze – almeno dal primo minuto – di due degli elementi più talentuosi del Torino: Andrea Belotti e Cristian Ansaldi .

La settimana di lavoro al Filadelfia ha restituito a Ivan Juric i suoi due perni, destinati però ad approcciare con prospettive differenti la trasferta di questa sera a Firenze. Il Gallo ritroverà infatti una maglia da titolare al centro dell’attacco, dopo la contusione alla caviglia destra patita in Coppa Italia con la Cremonese e lo spezzone di gara con gol contro la Dea. Una rete fortunosa che ha portato a quota 99 il bottino del capitano granata in Serie A: Belotti, insomma, è ad un passo soltanto da diventare “centenario” nella massima divisione. Ad attendere Ansaldi, invece, un posto in panchina: l’argentino è tornato a lavorare regolarmente in gruppo soltanto negli ultimi giorni e muscoli storicamente delicati inducono il tecnico croato alla cautela. Juric inoltre ha valutato in termini positivi la prestazione di Ola Aina nella prima giornata e, per questo, ha voluto confermarlo: una scelta che gli consentirà, proprio con Ansaldi, di provare eventualmente a cambiare volto alla partita anche a gara in corso. E, alla conferma del nigeriano, dovrebbero sommarsi pure quelle della restante linea a quattro di centrocampo, con Singo sulla corsia di destra e Lukic al fianco di Mandragora in mezzo. In difesa, per sostituire Bremer , favorito Buongiorno su Izzo .

Fiorentina Torino si giocherà oggi sabato 28 agosto 2021 alle ore 20:45. La partita sarà valevole per la seconda giornata di campionato di Serie A 2021 2022. Vediamo qui di seguito tutto sulle informazioni su come vedere la partita sia in TV che in streaming, ma anche le probabili formazioni e tutte le info al riguardo.

Fiorentina Torino oggi sabato 28 agosto 2021 alle ore 20:45

Ebbene, oggi sabato 28 agosto alle ore 20:45 Fiorentina e Torino scenderanno in campo e si sfideranno in questa seconda giornata di campionato di Serie A 2021 2022. Sarà un match molto importante tra due squadre che nel corso della prima giornata non hanno ottenuto dei buoni risultati. Nel mese di debutto di questo campionato di Serie A 2021 2022 i viola sono stati sconfitti in trasferta dalla Roma per 3 a 1. Il Torino, invece, è stato battuto in casa dell’Atalanta che ha vinto per 2 a 1 con un gol di Piccoli. La Fiorentina come il Torino hanno comunque dimostrato la loro forza e dimostrato buoni livelli. Quella che oggi andrà in scena sarà la sfida numero 145 tra due squadre in Serie A. Facendo una media riguardo i match precedenti, diciamo subito che il bilancio è piuttosto equo con 47 vittorie della Fiorentina, 49 pareggi e 48 vittorie del Torino.

Dove e come vedere la partita

Fiorentina Torino si giocherà quindi oggi sabato 28 agosto 2021 allo stadio Artemio Franchi di Firenze alla presenza dei tifosi, ma con una capienza del 50. Il calcio d’inizio è fissato per le ore 20:45. Il match sarà quindi visibile su Dazn e visibile su Smart TV attraverso l’utilizzo nell’apposita applicazione. Sarà Inoltre visibile su qualsiasi tipo di televisione, collegandosi a dispositivi come Google Chromecast e Amazon Fire TV Stick, oltre alle console di gioco Xbox (One, One S, One X, Series S e Series X) e PlayStation (PS4 e PS5).

Leggi Anche  Napoli Juventus diretta live Tv streaming gratis dove e come vedere la partita (Ore 18 Sky o Dzan)

Fiorentina Torino sarà anche trasmessa dall’emittente satellitare Sky. I canali sono Sky Sport Uno, al numero 201 satellite, 472 e 482 del digitale terrestre. Sky sport calcio 202 del satellite, 473 e 483 del digitale terrestre e Sky sport 4k al numero 213 del satellite. La telecronaca sarà affidata a Gabriele Giustiniani con il commento tecnico di Marco Parolo. La telecronaca di Sky sarà affidata a Riccardo Gentile con il commento tecnico di Giancarlo Marocchi. La partita sarà visibile in streaming e sarà possibile seguire la sfida anche su dispositivi come Pc e notebook, collegandosi al sito ufficiale della piattaforma, ed ancora su smartphone e tablet attraverso l’app compatibile con i sistemi operativi Android e iOS. Per gli abbonati di Sky sarà possibile seguire il match in streaming attraverso Sky Go, mentre l’altra alternativa è rappresentata da Now. Questa è la piattaforma che permette di assistere al match su Sky dopo aver sottoscritto un abbonamento.

Probabili formazioni

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Pulgar, Maleh; Callejon, Vlahovic, Gonzalez.

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Izzo, Djidji, Rodriguez; Singo, Lukic, Mandragora, Aina; Linetty, Sanabria; Belotti.

Fiorentina-Torino non finirà questa sera! Da domani, infatti, le due società si sfideranno per Riccardo Orsolini , 24 anni, attaccante esterno che Italiano e Juric hanno chiesto ai loro presidenti. In queste ultime ore, dopo aver piazzato il colpo Torreira , la Fiorentina ha aumentato il pressing e prima di provare a piazzare l’accelerata decisiva aspetta solo di capire se ci sono davvero spiragli concreti sul fronte Berardi. Ci sarebbe stato, tra l’altro, un contatto telefonico tra l’ad rossoblù Fenucci e il dg viola Joe Barone . Permane un po’ di distanza tra le due parti. Il Bologna valuta il giocatore 15 milioni mentre la Fiorentina avrebbe presentato una proposta da 12.

Una cifra ritenuta insufficiente dai rossoblu. E il Toro, che sino a questo momento dalle cessioni di Lyanco , Meitè e Boyé ha incassato 15 milioni, potrebbe spuntarla proprio in dirittura visto che ha a disposizione questo piccolo tesoretto da investire. Chiaro che Vagnati deve comunque darsi una mossa.
Eppoi, sempre per quanto riguarda il Toro, non si è ancora spenta la speranza di arrivare a Messias , il numero uno nella lista preferenziale del tecnico croato che anche ieri ha manifestato, in maniera palese, l’insoddisfazione per come stanno andando le trattative. L’incontro dell’altro giorno non ha dato esiti positivi ma le parti si rivedranno. Lo ha confermato il presidente dei crotonesi Vrenna . «Messias e il Toro? Ne stiamo parlando. Passi avanti dopo l’incontro dell’altro giorno? Non molti». Le due società restano comunque in contatto e del giocatore si riparlerà nelle prossime ore. Almeno un trequartista, pur nella ristrettezza economica, il Toro lo deve prendere per non rischiare di retrocedere.

Leggi Anche  Napoli Juventus diretta live Tv streaming gratis dove e come vedere la partita (Ore 18 Sky o Dzan)

Il Toro, tra l’altro, si muove anche per rinforzare la difesa. Izzo è stato proposto al Genoa per uno scambio con Biraschi. Nel frattempo i granata stanno spingendo forte per chiudere l’operazione Ozan Kabak in prestito con diritto di riscatto dallo Schalke. Secondo quanto rivelano in Germania il ds Vagnati sarebbe molto avanti nella trattativa sul giocatore turco che lo scorso anno ha indossato, sia pure senza giocare molto, la maglia del Liverpool. Il centrale con lo Schalke ha una clausola importante (40 milioni) ma il riscatto è pronto per essere fissato a 15 con un milione e mezzo per il prestito oneroso. Su Kabak nelle scorse settimane c’erano anche Siviglia e Milan, e anche dalla Bundesliga qualche club si era mosso. Tutte proposte rifiutate dal club di Gelsenkirchen. Insomma, un elemento che potrebbe aiutare un reparto che ha perso Nkoulou (soprattutto) e nelle ultime ore pure Lyanco . Per quanto riguarda la fase difensiva piacciono anche Mustafi (29 anni, svincolato), Goldaniga (27 anni, Sassuolo), Becao (25 anni, Udinese) e Walukiewicz (21 anni, Cagliari). Ma per arrivare al polacco del Cagliari ci vorrebbe il sì di Izzo al trasferimento in Sardegna. Le due società, infatti, avevano trovato l’accordo per lo scambio ma il napoletano ha detto no al passaggio sull’Isola.

Nell’attesa di portare a dama gli acquisti che ancora rappresentano una necessità, il Torino sta lavorando anche sugli esuberi. Su tutti, Davide Vagnati e i suoi collaboratori lavorano per piazzare Iago Falque . Lo spagnolo, 32 reti in 108 presenze con la maglia granata dal 2016 a gennaio 2020, vittima di continui guai fisici anche nelle esperienze con Genoa e Benevento, ha il contratto in scadenza nel 2022 ma è assolutamente fuori dai radar di Ivan Juric. Il Toro risparmierebbe volentieri sullo stipendio di 1,5 milioni (3 lordi) del giocatore, su cui nei giorni scorsi è stato forte l’interesse dell’Aek Atene: il club greco, però, è vicinissimo allo svizzero Steven Zuber dell’Eintracht Francoforte. In questo senso, per Iago potrebbero definitivamente chiudersi le porte della Grecia, con buona pace del Torino che si troverebbe costretto a cercare un’altra soluzione.

Conclusione: siamo a pochi giorni dalla chiusura del mercato e il Torino, alla vigilia di una partita importantissima come quella di stasera a Firenze, rischia di trovarsi ultimo in classifica con zero punti e con una squadra ancora più debole di quella della passata stagione in cui ha rischiato di retrocedere.

Il volto di Ivan Juric , in conferenza stampa, era tutto un programma. Le parole, poi, hanno fatto il resto. Trapelano delusione e sorpresa amara: meritava un mercato diverso sotto tutti i punti di vista. In più, ci pensa pure la sfortuna a servigli un’altra sostanziosa dose di veleno. Perché l’assenza di Gleison Bremer per la gara di questa sera contro la Fiorentina è pesantissima. Ed è inaspettata, visto che dopo l’uscita dal campo contro l’Atalanta – in cui il centrale brasiliano ha dovuto far fronte al dolore alla solita caviglia destra che lo tormenta dal ritiro di Santa Cristina – sembrava aver pienamente recuperato la condizione.

Leggi Anche  Napoli Juventus diretta live Tv streaming gratis dove e come vedere la partita (Ore 18 Sky o Dzan)

Non si è mai allenato a parte in tutta la settimana, eppure alla vigilia è stato costretto ad alzare bandiera bianca. Non è partito per Firenze con la squadra: una tegola pesantissima, che rischia di compromettere la tenuta dell’intero reparto difensivo, molto applaudito da Juric dopo la bella prova contro l’Atalanta. Sono proprio le parole del tecnico granata a raccontare quanto sia grave l’assenza di Bremer: «Gleison non c’è. Ha un problema alla caviglia. Un guaio, perché è l’unico che può fare da ultimo uomo. Dovremo arrangiarci in altro modo». Già, perché nessuno dei giocatori in rosa ha le caratteristiche per sostituirlo senza farlo rimpiangere. Le avrebbe avute Nkoulou , che ha terminato il proprio contratto il 30 giugno. E pure Lyanco , già approdato al Southampton. Così Juric deve ripiegare su una soluzione differente: per esempio Alessandro Buongiorno , che potrebbe giocare dall’inizio. Oppure Armando Izzo , che però a quel punto farebbe scalare Djidji a fare il centrale.

Per prestanza fisica, visto il duello di fuoco con Dusan Vlahovic, il favorito per una maglia da titolare è Buongiorno, sebbene Juric si prenderà ancora qualche ora per riflettere. A Bremer, invece, serve il riposo: non ha mai recuperato completamente dal problema alla caviglia patito a Santa Cristina proprio per mancanza di alternative in grado di rimpiazzarlo. Così si è ritrovato a dover fare gli straordinari, che ha pagato alla vigilia della sfida contro la Fiorentina.

La sosta, per Gleison, non poteva arrivare in un momento migliore: ora l’obiettivo diventa la gara contro la Salernitana al rientro dalla pausa per le nazionali. I quindici giorni di margine prima del ritorno alle fatiche di campionato serviranno anche a Simone Zaza – che sta recuperando dall’interessamento distrattivo parziale del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro (ieri tanta cyclette per lui al Filadelfia) – e a Marko Pjaca . E’ a serio rischio, infatti, la sua titolarità per il match contro i viola: Simone Verdi è pronto a sostituirlo. Il croato non si è allenato col gruppo sia giovedì che ieri per un problema al ginocchio. L’apprensione non si può negare, per un giocatore che in carriera si è rotto sia il legamento crociato anteriore del ginocchio destro (nel 2017, alla Juventus) che quello sinistro (nel 2019, alla Fiorentina). Non è ancora scattato il campanello d’allarme in casa Toro, ma le condizioni di Pjaca sono giustamente monitorate con attenzione. Per evitare che il ragazzo ripiombi nuovamente nell’incubo: Juric è il primo a fare gli scongiuri per Marko, già diventato un suo pupillo.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *