Guardia giurata uccide la cognata con l’arma di servizio “Colpi partiti per sbaglio mentre la pulivo”

Una guardia giurata a Roma ha ucciso la cognata nel pomeriggio della giornata di ieri, sostenendo la tesi dell’incidente. E’ questo purtroppo quanto accaduto nella giornata di ieri a Roma dove una donna di 42 anni è stata uccisa dal cognato che è una guardia giurata di 62 anni. La vittima si chiamava Samantha Trotta e come abbiamo già detto aveva solo 42 anni.

Una guardia giurata a Roma uccide la cognata

L’uomo avrebbe sostenuto sin dal primo momento la tesi dell’incidente. La guardia giurata avrebbe detto che sono partiti due colpi fatali dalla sua arma, mentre stava per pulirla. Una vera e propria tragedia quella che si è consumata nel pomeriggio di ieri in una casa che si trova in via Prenestina Antica a Gallicano del Lazio in provincia di Roma. A raccontare l’accaduto ai Carabinieri di Palestrina è stato sicuramente lui, dicendo appunto di aver ucciso la donna mentre stava maneggiando la sua pistola d’ordinanza. La donna purtroppo è morta nel giro di pochi minuti. Su questa vicenda i militari stanno ancora indagando per cercare di ricostruire la dinamica e definire i contorni di questa vicenda che ad oggi è piuttosto misteriosa. Ad oggi, non sembrano essere stati presi provvedimenti anche se ovviamente è stata sequestrata l’arma ed è stata anche disposta l’autopsia sul corpo della donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *