whatsApp ultima versione

WhatsApp ecco cosa cambia, ultime novità

Whatsapp, il sistema di messaggistica istantanea più diffuso al mondo, di proprietà di Mark Zuchenberg, cambia la carte in tavola. Molti si preoccupavano che non accettando le nuone regole sulla privacy, dal 15 maggio, potesse essere cancellato il proprio account e c’è stata una vera e propia corsa a installare sui propri telefoni Telegram e Signal.

In realtà, non c’è da preoccuparsi, perché per gli utenti privati cambia ben poco. Ecco che cosa succederà, che cosa cambia e che cosa resta. Lo ha spiegato Whatsapp rispondendo a una serie di Faq sul suo sito: se l’utente non accetta l’aggiornamento, “il 15 maggio non sarà eliminato nessun account e non si perderanno funzionalità”.

Non c’è quindi un interruttore che spegne le versioni non aggiornate. L’intervento sarà graduale. Come già nei mesi scorsi, sull’app continuerà a comparire la notifica che invita ad approvare le nuove condizioni. “Il promemoria – spiega Whatsapp – diventerà persistente dopo un periodo di alcune settimane”.

Non c’è quindi una data puntuale, né una scadenza comune a tutti gli utenti. Le cose inizieranno a cambiare quando la notifica diventerà fissa. A questo punto, fino a quando non sarà accettato l’aggiornamento si avrà “un accesso limitato alle funzionalità”. Si potrà rispondere alle chiamate e alle videochiamate in arrivo. In caso di no tifiche attive, l’utente potrà toccarle per leggere i messaggi, rispendere o richiamare in caso di chiamata persa.

Non avrà però accesso alla lista delle chat e non potrà quindi inviare un messaggio per primo o aprire nuove conversazioni. In questo limbo (durante il quale è possibile esportare le proprie chat) l’utente rimarrà “alcune settimane”. Poi una nuova restrizione: smetterà di ricevere chiamate e notifiche. E non potrà neppure rispondere ai messaggi. In realtà, con la nuova informativa non cambia nulla nelle conversazioni tra amici e familiari. L’app continuerà ad avere la crittografia end-to-end, che non permette né a Whatsapp né a Facebook di leggere le conversazioni o condividere i contatti.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *