Ammazza la moglie e nasconde il cadavere in una fossa settica: arrestato dopo 40 anni

34

Un mistero che ha tenuto a lungo colato sospeso l’opinione pubblica britannica è stato finalmente risolto: stiamo parlando del caso della scomparsa di Brenda Venables, svanita nel nulla nel 1982 e per la cui morte è stato condannato ieri il marito, l’ ormai 89enne David Venables.L’uomo è stato accusato di aver ucciso la moglie, di averne seppellito il corpo e di aver nascosto le prove per 23 anni. Una perquisizione nella proprietà di Kempsey, nel Worcestershire, ha portato alla luce due corpi, anche se non quello previsto: una seconda donna che vive all’indirizzo era morta per cause naturali nel 2013. L’uomo è stato poi senza accuse, ma non prima che i suoi spostamenti risalissero alla scomparsa della signora Venables nel 1982.Gli investigatori hanno stabilito che si trattava del cadavere di Brenda. La donna era scomparsa nel 1982, ma si riteneva che fosse morta suicida a causa della depressione di cui soffriva; era stato il marito a raccontare questa versione per decenni, che molto probabilmente la moglie si era tolta la vita in un luogo irraggi non era mai stato ritrovato.

Il messaggio era chiaro alla giuria: avevano creduto che Brenda avesse abbandonato la sua casa e la sua famiglia, lasciata sola in un raptus di follia. La verità è emersa con forza negli ultimi tre anni: i resti di Brenda erano stati in realtà abbandonati in una fossa settica. Il marito David l’aveva uccisa dopo essersi innamorato di un’altra donna e per quasi 40 anni aveva taciuto quell’orrendo segreto, lasciando credere a tutti che la moglie se ne fosse andata e si fosse tolta la vita altrove in preda alla follia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.