Caldo estremo, da domani picco dell’ondata: temperature oltre i 40 gradi, bollino rosso in 9 città

28

Il picco dell’ondata di caldo estremo che sta colpendo l’Italia da giorni si verificherà mercoledì 20 luglio, secondo le previsioni meteo. A causa dell’impennata delle temperature, il Ministero della Salute ha diramato un’allerta massima in nove località da bollino rosso, dove il rischio di un colpo di calore per la salute pubblica è più elevato. Ecco un elenco di ciò che dobbiamo aspettarci.

Le città da bollino rosso domani

Il livello di allerta più alto (“bollino rosso”) sarà attivato in nove città, tra cui Bolzano, Bolzano, Brescia, Firenze, Genova, Latina, Perugia, Rieti e Roma mercoledì 20 luglio, rispetto alle cinque città di oggi (Bolzano, Brescia, Firenze, Latina e Perugia). Il livello di allerta 2 (“bollino arancione”), invece, sarà attivato domani in sette città, tra cui Campobasso, Frosinone, Milano, Pescara, Torino, Verona e Viterbo.

Il Ministero avverte che il livello di allerta 3 indica “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di individui sani e attivi e non solo di sottogruppi a rischio come anziani, bambini molto piccoli e persone con malattie croniche”; il livello di allerta 2 avverte di “condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili”.

Con il picco dell’ondata di caldo africano che da giorni sta devastando l’Italia a partire da mercoledì 20 luglio, si prevedono temperature ancora più elevate: Firenze, Latina, Bologna, Brescia, Frosinone, Milano, Roma e Verona dovrebbero raggiungere nuove temperature massime di 40 gradi. Il nuovo incendio africano potrebbe durare per diversi giorni, almeno fino a venerdì 22 luglio, quando le temperature saranno estremamente elevate.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.