Charlène di Monaco non vuole la famiglia allargata


L’8 novembre 2021, dopo molti mesi trascorsi in Sudafrica, la principessa Charlène tornava a casa, a Monaco, per riabbracciare marito e figli. Le fotografie di quel giorno ci restituiscono l’immagine di una donna molto magra, provata dal lungo viaggio che l’aveva riportata nel Principato dopo mesi di sofferenza fisica e psicologica.

Per uno strano intreccio del destino, a un anno da quella data così particolare, la sovrana è ricomparsa al braccio di Alberto II, questa volta sorridente, in salute e rilassata, al Princess Grace Awards, gala intitolato alla madre del principe. Con le luci di New York a fare da sfondo, il 3 novembre Charlène ha solcato il red carpet di uno degli eventi più glamour dell’agenda monegasca, che premia e sovvenziona talenti emergenti del mondo dello spettacolo.

Per l’occasione ha indossato un abito floreale di Terrence Bray, suo stilista del cuore; al collo uno splendido collier con diamante rosa realizzato per lei da Maison Mazerea chiamato Grace Diamond, in omaggio alla sovrana di Monaco scomparsa nel 1982. Quello nella Grande Mela è il primo viaggio transoceanico che la principessa ha affrontato dal suo fatidico ritorno a casa, a poche settimane di distanza dalla sua comparsa a Londra per i funerali della regina Elisabetta e a Parigi per le sfilate della settimana della moda.

Sembra rinata, Charlène, e forse lo è davvero: le foto dei figli Jacques e Gabriella, 7 anni, alle prese con le avventure scolastiche e i travestimenti per Halloween, come svelato in una foto pubblicata su Instagram il 31 ottobre, dimostrano grande serenità domestica. Difficile dire se a questa distensione nella sfera genitoriale corrisponda anche un ritrovato equilibrio di coppia con il marito. A scatenare nuovamente il gossip è stata una foto, scattata proprio durante il soggiorno a New York, di Alberto con i figli maggiori, Jazmin Grace, 30 anni, e Alexandre Coste, 19.

Riconosciuta la paternità di entrambi dopo lunga pressione mediatica, i ragazzi sono frutto di due relazioni molto chiacchierate del sovrano, intrattenute prima del matrimonio con Charlène, nel 2011. La ragazza, che oggi fa l’attrice, è nata dalla storia con Tamara Rotolo, il maschio è figlio dell’ex assistente di volo Nicole Coste. Proprio quest’ultima, che con il principe ha intrattenuto una liason lunga sei anni, ha scattato e poi pubblicato la foto su Instagram con la didascalia “Un re paterno”.

Nessuna traccia di Charlène alla riunione di famiglia newyorkese. I rapporti con l’ex del marito, infatti, sono tutt’altro che idilliaci. I quotidiani monegaschi hanno segnalato spesso, nell’ultimo anno, la presenza di Nicole Coste nel Principato: la donna, che oggi lavora come stilista, aveva presenziato, generando non poco scalpore, anche alle celebrazioni per Santa Devota a gennaio. Il tutto mentre Charlène, assente, combatteva i suoi demoni in una clinica svizzera.

In virtù dei trascorsi sentimentali turbolenti del marito e delle dichiarazioni non sempre gentili di Coste sui giornali, la principessa, riportano sempre i media monegaschi, fatica da anni ad integrare soprattutto Alexandre nella routine familiare. Diffidenza che però non coinvolge i suoi figli: in una foto dell’estate scorsa i gemelli appaiono, sorridenti e a loro agio, accanto ai fratelli maggiori.

Chi non apparirà tanto presto nell’album di famiglia Ranieri è invece Daniel Fielder, figlio dell’ex starlette tedesca Bea Fielder: classe 1987, sostiene di essere il primogenito del principe, frutto di una notte bollente di Alberto con sua madre. La richiesta di un test di paternità, però, non è mai stata accolta. E anche l’azione intentata nel 2021 da una donna brasiliana che sostiene di aver avuto una figlia da Alberto nel 2005 non ha avuto esito, perché il sovrano si è appellato all’immunità di cui dispone in virtù del suo status per bloccarlo.

E così, l’ombra di questi figli illegittimi, anche se solo presunti, continua a oscurare l’unione dei sovrani di Monaco. Prima di partire per quel viaggio in Sudafrica che avrebbe cambiato la sua vita, Charlène aveva svelato a Point de Vue che avrebbe sempre appoggiato il marito, «nella buona e nella cattiva sorte». Ci si chiede se oggi, alla luce di tutto ciò che le è accaduto, rinnoverebbe questi voti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *