Chi è Giorgia Meloni? Età, carriera politica, padre, compagno, figlia, vita privata e Presidente del Consiglio


Nel centro storico di Roma, Giorgia Meloni , leader dei Fratelli d’Italia , che ha vinto le elezioni politiche di quel Paese lo scorso 25 settembre, si è assicurata uno spazio nell’edificio emblematico perché i collaboratori della l’ex capo fascista Benito Mussolini entrò e se ne andò. Il dittatore era “una personalità poliedrica”, ha detto Meloni nelle interviste, senza prendere nettamente le distanze dal fascismo.

Nella sua autobiografia, Meloni scrive di essere consapevole di entrare in un campo minato politico: “Siamo figli della nostra storia. Tutta la nostra storia. Il percorso che abbiamo percorso è complesso, molto più complicato di quanto molti vogliano raccontare”. L’unica cosa che il leader politico rifiuta nel suo libro è il culto del leader del fascismo .

Ma un simbolo dei fascisti è sempre presente quando Meloni, ad esempio, tiene conferenze stampa nella sede del partito. Dietro di lei il logo della sua festa: una fiamma di fuoco stilizzata nei colori della bandiera italiana. Una fiamma che arde figurativamente nella tomba di Mussolini. “Non c’è niente nella mia vita per cui devo scusarmi. Ma in due dibattiti televisivi su tre finisco per parlare di storia e non di politica attuale. Non mi sembra giusto”, dice.

Evita il “saluto romano”

In campagna elettorale, lo scorso autunno Meloni ha incaricato i suoi iscritti di partito di non fare più dichiarazioni estreme, nessun riferimento al fascismo, e soprattutto di non usare il “saluto romano”, che è simile al “salute nazista”, con il suo diritto braccio teso. Il partito doveva essere orientato verso il “centrodestra”. Del resto Meloni vuole formare una coalizione in questa nuova fase con i partiti di destra Liga, guidata da Matteo Salvini, e Forza Italia, guidata da Silvio Berlusconi.

“Che Meloni sia arrivata così lontano in Italia è grazie a tutti coloro che la imbiancano. Dai media, che si ostinano a descrivere Salvini e Meloni come centrodestra, a un centrosinistra disorientato che l’ha sottovalutata e legittimata”, dice il giornalista La spagnola Alba Sidera, che da anni ricerca il diritto in Italia. “Meloni non è apparsa dal nulla. Si è preparata per essere primo ministro per anni”, aggiunge, in un’intervista a DW.

populismo di estrema destra 

Giorgia Meloni, classe 1977, è entrata a far parte del “Fronte giovanile” del partito neofascista MSI quando era una studentessa di 15 anni, per lanciare un segnale contro il terrore di estrema sinistra di quegli anni in Italia. Successivamente è stata a capo dell’Associazione studentesca di estrema destra Alleanza Nazionale ed è stata eletta alla Camera dei Deputati del Parlamento italiano nel 2006.

Nel 2008 è diventata la più giovane ministra d’Italia. A 31 anni ha assunto il portafoglio di Giovani nel governo di Silvio Berlusconi. Nel 2012 Meloni fonda il partito Fratelli d’Italia, di cui diventa presidente due anni dopo. Nel 2020 ha anche assunto la presidenza del Gruppo dei conservatori e riformisti europei (ECR), che comprende, tra gli altri, il partito polacco PiS al governo. 

Meloni è entrato in campagna elettorale con lo slogan populista “L’Italia e gli italiani prima di tutto! Il suo programma include più sussidi familiari, meno burocrazia europea, tasse basse e fine all’immigrazione. Vuole rinegoziare i trattati dell’UE e l’adesione dell’Italia alla comunità monetaria dell’euro. Rifiuta aborto e matrimonio per tutti. Relativamente inesperta in politica economica ed estera. Ha lavorato per tutta la vita come deputata e funzionaria di partito. 

Compagno Giorgia Meloni: Andrea Giambruno

Andrea Giambruno è una figura chiave di Studio Aperto e un noto personaggio Mediaset, entrambi nati nel 1981. Non parla quasi mai della sua vita privata e del suo amore per Giorgia Meloni. Giorgia Meloni è la madre di Ginevra. Si descrive come “giornalista, volto Mediaset, padre e socio”. Mantiene un profilo privato in linea con il suo desiderio di riservatezza sulla sua vita fuori dai riflettori. Tuttavia, negli ultimi mesi è diventato piuttosto famoso. Sarà il primo Primo Sposo d’Italia a causa della promozione della sua compagna a Palazzo Chigi. È la prima volta che accade.

La sua critica all’UE

In un’intervista televisiva , Meloni ha raccomandato ai suoi critici di prendere come esempio la Francia o la Germania. In quei paesi, ha detto, anche i partiti populisti di destra hanno avuto successo e nessuno ha fatto storie al riguardo. In Germania, Meloni ha fatto riferimento all’AfD, che nelle ultime elezioni federali è rimasta con poco più del 10 per cento.  

Per quanto riguarda l’Europa, il leader dei Fratelli d’Italia afferma che esiste una leadership italiana per trasformare l’Ue in un’unione economica flessibile. “Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, è indebolito dalla mancanza di una maggioranza in Parlamento”, ha affermato. Inoltre, ha affermato che il cancelliere tedesco , Olaf Scholz, è insicuro e che, senza dubbio, non ha la stessa forza del suo predecessore Angela Merkel. Ed è qui che entrerebbe in gioco, suggerì Meloni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *