Come avere un basilico rigoglioso in casa: ecco i trucchetti più efficaci

Avere in casa un basilico piuttosto rigoglioso sempre lettere ad oggi uno degli obiettivi della maggior parte degli italiani. Ovviamente ci vuole tanto tempo cura e soprattutto pazienza. Qui di seguito vi daremo alcuni trucchetti per poter avere un basilico rigoglioso direttamente in casa vostra.

Come avere un basilico rigoglioso in casa vostra

Tutti noi vorremmo sicuramente avere una pianta di basilico piuttosto rigogliosa. Ovviamente questo lavoro prevede tanta calma, determinazione, costanza, cura. Quando una pianta ha delle foglie dal colore verde brillante, queste indicano soltanto una cosa, ovvero che è in salute. Quando dobbiamo prelevare delle fogliette, dobbiamo sempre ricordarci di partire da quelle che si trovano più in alto. In questo modo la pianta avrà modo di far crescere altre foglie. Se invece togliamo le foglie dal basso, non faremo altro che andare a bloccare il suo sviluppo. C’è un motivo ben preciso, ovvero il fatto che la linfa scorre verso l’alto nelle ore del mattino e dall’alto verso il basso la sera. Se togliamo delle foto dal basso andiamo a bloccare un processo ed il circolo della linfa sarà difficoltoso e la pianta potrebbe avere dei problemi non indifferenti. Le foglie vanno tolte in alto perchè drovrà compiere un percorso più facile e più breve che sarà anche più rapido.

Qual è la giusta posizione

In genere quando acquistiamo una piantina di basilico al supermercato o dal fiorista, la compriamo all’interno di un piccolo vaso di plastica. In primis dobbiamo travasare la pianta in un vaso in ceramica più grande. Il primo motivo è perchè la plastica fa surriscaldare il terreno con l’esposizione solare e può bruciare le radici. Il secondo motivo è che la pianta respira in un posto più grande. Se dobbiamo strapiantare la pianta all’interno di un vaso in ceramica deve essere grande. Se dobbiamo strapiantare più piante, manteniamo una distanza tra l’una e l’altra di almeno 10 centimetri.

Ecco come strapiantare il basilico

Stendiamo così un fondo di argilla espansa che va a favorire il drenaggio dell’acqua. Poi sistemiamo il terriccio e mescoliamo un pò di concime organico naturale che è adatto alle piante aromatiche. Quelle le troviamo dal fiorista. L’annaffiatura deve essere regolare, assicurando così un alto grado di umidità al terriccio della pianta. Quando la terra si secca la pianta soffre e rischia in questo modo di seccarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.