Femminicidio Lorena Quaranta: il fidanzato Antonio De Pace condannato all’ergastolo

23

Antonio De Pace, giovane infermiere calabrese, è stato condannato dalla Corte d’Assise di Messina per l’omicidio della fidanzata Lorena Quaranta nella villetta di Furci Siculo dove vivevano.

La Corte d’Assise di Messina ha condannato all’ergastolo per l’omicidio di Lorena Quaranta Antonio De Pace, un giovane calabrese attualmente in carcere per il femminicidio della fidanzata. La giovane donna, studentessa di medicina al Policlinico di Messina e specializzata in medicina, fu scoperta uccisa il 31 marzo 2020 nella villetta di Furci Siculo dove viveva con il suo compagno, un infermiere di Vibo Valentia.

Lorena, nata a Favara (Agrigento), aveva 27 anni quando fu arrestata. La giuria ha deliberato a lungo prima di condannarla all’ergastolo. Il pubblico ministero Roberto Conte aveva chiesto l’ergastolo lo scorso maggio dopo una lunga udienza in camera di consiglio. Le condizioni mentali dell’imputata sono state valutate in una perizia psichiatrica disposta dalla Corte d’Assise di Messina. La difesa ha contestato la condizione della giovane infermiera durante l’ultima udienza sulla base delle sue condizioni mentali.

Dopo l’omicidio di Lorena Quaranta, De Pace ha chiamato i Carabinieri dopo aver tentato anche il suicidio tagliandosi. All’arrivo dei militari si è chiuso nel silenzio senza spiegare le ragioni del suo gesto. La giovane donna è stata quasi certamente uccisa durante una violenta lite scoppiata nella villetta in cui vivevano i suoi due fidanzati. Secondo l’autopsia, Lorena è morta per asfissia.

Il 2020 ottobre l’Università di Messina ha conferito a Lorena la laurea in medicina con il voto di 110 e lode, nonostante fosse stata uccisa l’anno precedente. L’avvocato Giuseppe Barba, che rappresenta i familiari della vittima, costituitisi parte civile nel processo, ha dichiarato: “Giustizia è fatta”. Il tribunale di Messina ha riconosciuto loro una provvisionale immediatamente esecutiva di circa 200.000 euro.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.