Fuochi d’artificio fuori controllo durante festa, colpiti e uccisi bimbo di 7 anni e la sorella

21

Due persone sono state uccise e altre sette ferite giovedì sera a Cholet, dove la folla si era riunita per assistere al tradizionale spettacolo pirotecnico che segna la festa nazionale francese.

I festeggiamenti programmati da una famiglia si sono trasformati in tragedia quando un razzo lanciato durante il tradizionale spettacolo pirotecnico per la festa nazionale francese ha colpito un gruppo di persone, uccidendo un bambino di 7 anni e mezzo e sua sorella di 24 anni e ferendo diverse altre persone. Doveva essere un momento di umorismo, ma si è trasformato in tragedia in un istante quando qualcosa è andato storto, diversi razzi sono caduti sulla folla e hanno ferito diverse persone.

Intorno alle 23.00 di giovedì a Cholet, una città nella regione della Loira, nella Francia occidentale, un gruppo di cittadini si è riunito per assistere a uno spettacolo pirotecnico che saliva verso il cielo. Invece di schizzare verso l’alto, i fuochi sono andati fuori controllo e sono atterrati su un gruppo di persone dietro una recinzione a 60 metri dal sito di lancio.

Oltre alla registrazione delle fiamme nel cielo e del panico tra la folla in fuga, ci sono diversi video registrati da altre persone presenti allo spettacolo. Un testimone ha descritto ciò che è accaduto mentre si trovava a soli 5 o 6 metri dall’esplosione con le sue due figlie, di 8 e 13 anni. Ha detto: “Le scintille mi hanno raggiunto e ho sentito il calore dell’esplosione”. Per fortuna, “gli ostacoli hanno fatto da scudo alle mie figlie”, ha detto.

Quando è stato dato l’allarme, sul posto sono arrivati in forze polizia, vigili del fuoco e soccorritori sanitari, oltre a un elicottero. Purtroppo non è stato possibile fare nulla per il bambino della sorella minore della vittima. Sono stati colpiti insieme a uno dei genitori che era presente ed è rimasto gravemente ferito. Sono rimaste ferite anche altre sei persone, tra cui l’altro genitore delle vittime, gravemente ferito e ricoverato in ospedale in gravi condizioni di shock.

È stata aperta un’inchiesta sui decessi, di cui è responsabile Éric Bouillard, procuratore di Angers. L’indagine è stata assegnata al Dipartimento di sicurezza del Maine-et-Loire e alla stazione di polizia di Cholet. Gli investigatori devono stabilire se qualcuno ha commesso un errore nell’appiccare i fuochi e se la folla era sufficientemente lontana da essi. Una teoria è che il razzo sia caduto inesploso dopo una traiettoria errata al momento del lancio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.