Ubriaco si schianta in auto, i lampioni prendono fuoco e la città va in blackout

17

Un ragazzo di 28 anni è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Schiantandosi con l’auto contro un lampione, ha provocato un incendio che ha mandato in blackout Meda.

Un uomo si è schiantato con la sua auto contro un lampione, incendiandolo, dopo che si sospettava che fosse ubriaco, che si fosse perso e che avesse sbandato. A causa dell’incendio, Meda è rimasta al buio. I carabinieri locali lo hanno arrestato per guida in stato di ebbrezza. L’incendio si è propagato ai cavi dell’illuminazione e ha bruciato un altro lampione a cinquanta metri di distanza.

Secondo l’Arma, il 28enne di Novedrate, nel comasco, si è schiantato con la sua Citroen DS4 contro un lampione in via delle Colline nella prima mattinata di venerdì 15 luglio. I Carabinieri lo hanno interrogato dopo che era uscito di strada con il suo veicolo, sostenendo di aver visto uscire del fumo nero prima dell’incidente. Il tasso alcolemico era però eccessivo (1,2 g/l) e i militari non gli hanno creduto.

L’incidente ha causato diversi danni e disagi. L’incendio si è propagato alla sommità di un palo dell’illuminazione artificiale prima di spostarsi su un secondo lampione a cinquanta metri di distanza. L’impianto elettrico è andato in cortocircuito con il propagarsi delle fiamme, causando un blackout.

I tecnici dell’Enel sono arrivati sul posto e hanno installato un contatore temporaneo per garantire alla popolazione la luce di notte. L’incendio che ha avvolto i lampioni e l’automobile di un 28enne è stato invece spento dai vigili del fuoco. Il ragazzo di Canton è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.